Valganna | 9 Gennaio 2019

Valganna: giornata indenne nonostante il vento forte. Ancora presidio e controlli

Durante la notte segnalate solo zone "calde", ma fumo e fiamme sono state arginate. Anche oggi lavoro delle squadre di terra. Continuano sopralluoghi e monitoraggio

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Aggiornamento ore 19

Giornata positiva, dopo quella di ieri, per la Valganna e il monte Martica, nonostante il vento forte abbia soffiato tutto il giorno sul territorio dell’Alto Varesotto. I fronti sono stati spenti definitivamente e non si segnalano focolai o fumo nelle zone interessate dall’incendio.

Per evitare qualsiasi pericolo e per precauzione, in ogni caso, le vasche idriche presenti nel bosco, quelle che formano la catena d’acqua, sono state riempite, eccezion fatta per quelle più “alte”, dove le temperature scenderanno sotto lo zero. Questo intervento è avvenuto grazie al lavoro, anche nella giornata di oggi, da parte di una trentina di uomini e donne dell’AIB, le squadre antincendio boschivo.

Per la nottata sono stati predisposti turni al campo base del “Parco Airolo” di Ganna. Il forte vento, infatti, è ancora previsto per la giornata di domani e l’allerta, stando a quanto indicato da Regione Lombardia, è ancora massima.

Aggiornamento ore 10.30

Seconda notte indenne per la Valganna e il monte Martica, nonostante il vento forte che sta colpendo dal tardo pomeriggio di ieri tutto il nord della provincia di Varese. Questa mattina, infatti, non risultano fronti attivi, ma l’attenzione rimane alta perchè le raffiche di vento, come indicato da Regione Lombardia, sono in aumento, con picchi di favonio che potrebbero raggiungere i 70 km/h.

Il lavoro di lunedì da parte dei Canadair e degli elicotteri, con quasi 200 lanci e 790mila litri d’acqua effettuati, e le opere di bonifica degli operatori delle squadre antincendio boschive, dei vigili del fuoco e della Protezione civile hanno dato i loro frutti e, per scongiurare qualsiasi tipo di pericolo nella giornata di ieri è stata completata la linea tagliafuoco sul versante interessato dall’ultimo incendio e predisposto la linea idrica a difesa: sui sentieri 315 (Ganna – Passo Valicci) e 316 (Passo Valicci – Vetta Monte Martica) sono state installate 2500 metri di tubazioni e predisposte cinque vasche come riserva idrica.

Da questa mattina, al campo base del “Parco Airolo” di Ganna, sono tornati a lavoro i volontari, gli operatori e i vigili del fuoco, un’ottantina in totale, stanno compiendo ulteriori sopralluoghi per verificare che tutta la catena d’acqua sia funzionante in caso di necessità. Oltre a questo, poi, gli specialisti dei vigili del fuoco del nucleo S.A.P.R. (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) continueranno a sorvolare il territorio colpito dalle fiamme con i droni a camera termica.

Come nella giornata di ieri, anche per oggi, è previsto l’arrivo dell’elicottero regionale in sostegno al lavoro svolto da terra.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127