Luino | 30 Gennaio 2020

Elezioni a Luino: il centrodestra e la maggioranza appoggeranno il vicesindaco Casali?

Dopo l'ufficialità leghista di ieri, con l'annuncio di Casali candidato sindaco, intervengono il capogruppo a Gallarate (FdI), Martignoni, e il forzista luinese Taldone

Tempo medio di lettura: 2 minuti

L’uscita di ieri sera da parte della circoscrizione provinciale 2 leghista, che ha annunciato ufficialmente la candidatura a sindaco di Luino di Alessandro Casali, e allo stesso tempo ha designato Davide Cataldo capo-delegazione per trattare sul tavolo territoriale con gli altri partiti, ha suscitato diverse reazioni nel paese lacustre, non solo da parte della comunità ma anche, e soprattutto, dagli attori protagonisti delle prossime amministrative.

“La candidatura della Lega e dell’attuale vicesindaco Casali sono legittime, come lo sono le nostre –  afferma Giuseppe Martignoni, capogruppo di Fratelli d’Italia a Gallarate e punto di riferimento provinciale -. Dario Sgarbi e Simona Ronchi sono candidati di tutto rispetto. Sgarbi è stato assessore al bilancio per dieci anni e Simona Ronchi, oltre ad essere assessore della comunità montana, è una professionista stimata. Faremo di tutto per cercare una sintesi, mettendoci la buona volontà che stiamo mettendo in altri comuni”.

“Prendiamo atto della decisione della Lega, che è legittimata a esprimere il proprio candidato sindaco – Giuseppe Taldone, esponente locale di Forza Italia -. Da parte nostra, però, il confronto con tutte le forze politiche e partitiche del territorio è aperto; ci sono diverse figure ‘civiche’ che potrebbero essere candidate a sindaco, e metteremo queste proposte al vaglio del tavolo territoriale. Serve un sindaco inclusivo e non divisivo, con un’esperienza e competenze di alto livello. Per questa ragione lavoreremo insieme a tutte le forze, per il bene e il futuro di Luino”.

Il puzzle politico luinese, così, a spron battuto, si sta componendo di più pezzi, dopo le uscite degli ultimi giorni, sia della Lega che di Lombardia Ideale, che si sono aggiunte ai vari annunci di liste civiche, supportate da Alessandro FranzettiAdriano Giannini e Giorgio Ferri. Non da ultimo, la smentita da parte di Pierfrancesco Buchi, presidente della Croce Rossa di Luino e Valli, sulle possibili voci relative alla sua candidatura a sindaco.

Ci sarà da capire, ora, in che modo il centrodestra fattivamente risponderà alla candidatura ufficiale leghista, ma da quanto si apprende non è scongiurato il fatto che possano costituirsi più liste e gruppi, che ipoteticamente potrebbero anche andare a rompere l’alleanza di questi anni all’interno della giunta comunale, nella quale stanno venendo a galla le varie correnti politiche che si giocheranno e contenderanno il futuro di Luino.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127