Luino | 26 Luglio 2020

Luino, Compagnoni candidato sindaco della lista vicina al sindaco Pellicini?

La quasi definitiva spaccatura nel centrodestra apre nuovi spiragli di alleanze e di accordi, ma la situazione ancora non è in alcun modo definitiva. Cosa accadrà?

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con l’ufficializzazione della lista “Proposta per Luino”, guidata dal farmacista Enrico Bianchi, e quella di “Azione civica per Luino e frazioni”, con candidato sindaco Furio Artoni, che avverrà venerdì 31 luglio, pare essere definitiva anche la candidatura di Alessandro Casali che, sostenuto da un gruppo civico, sarebbe l’uomo scelto dalla Lega non solo a livello regionale ma anche a livello nazionale, con il benestare del leader del “Carroccio” Matteo Salvini.

Dopo la frattura tra Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia (Casali, Andrea Pellicini e Giuseppe Taldone), stando sempre a questi rumors politici che continuano a susseguirsi da giorni, potrebbe essere fattibile anche una quarta lista che andrebbe a raccogliere proprio personalità del territorio legate al partito di Giorgia Meloni, a quello di Silvio Berlusconi e ad un altro nutrito gruppo di civici.

A mancare, però, è il nome del candidato sindaco: se prima della spaccatura del centrodestra il nome più papabile era quello della professoressa ed ex dirigente scolastica dell’I.S.I.S. “Città di Luino”, vale a dire Lorena Cesarin, ora pare che vi siano avvicinamenti tra il sindaco uscente, Andrea Pellicini, e il capogruppo di minoranza di “L’altra Luino”, Franco Compagnoni, che aveva lasciato nel 2015 proprio la giunta di Pellicini, dove ricopriva il ruolo di suo vice, per provare a vincere le elezioni guidando una lista civica con chiara vocazione di centrosinistra.

Queste voci sono state confermate ieri pomeriggio, durante la presentazione di Bianchi, dal quotidiano “Malpensa24”, ma al momento manca ancora l’ufficialità definitiva dei diretti interessati, che avrebbe del clamoroso nel panorama politico lacustre. Alla finestra, però, c’è anche il gruppo “Tutta Luino”: non è chiaro ancora se il gruppo guidato dal pentastellato Gianfranco Cipriano, che ha già presentato il programma nelle scorse settimane, in attesa che venisse delineata la “griglia di partenza” per le amministrative di settembre, possa riuscire a costituire un’altra lista, portandole a cinque.

Di sicuro c’è soltanto che i telefoni sono roventi in queste ore e che, da Roma a Milano, tutti guardano con interesse quanto sta avvenendo a Luino. Il paese lacustre, infatti, potrebbe essere un banco di prova, una sorta di sperimentazione locale, per capire il peso politico della Lega senza Fratelli d’Italia, e viceversa.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127