Luino | 9 Marzo 2020

Luino, la Festa della Donna ai tempi del Coronavirus: parola a Patrizia Ghringhelli

Chiudiamo questa mini-rubrica, in occasione dell'8 marzo, con le parole della proprietaria delle Rettificatrici Ghiringhelli: "Precauzioni ma la produzione va avanti"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

In occasione della Festa della Donna di ieri, come già raccontato con le testimonianze di Lara Luz del Camin Hotel Colmegna e di Gabriella Cerinotti della Pasticceria Cerinotti, abbiamo voluto lanciare una piccola rubrica nella quale abbiamo intervistato alcune imprenditrici dell’alto Varesotto, mentre stiamo vivendo una delle pagine più difficile dei nostri tempi, il Coronavirus.

Con loro abbiamo fatto il punto della situazione sulla quotidianità, che è totalmente mutata a causa delle conseguenze di questa emergenza epidemiologica. Se gli alberghi annoverano tante disdette di prenotazioni, le attività commerciali invece riscontrano diverse disposizioni che hanno cambiato le modalità di lavoro e guadagni.

Allo stesso tempo, però, anche le imprese del territorio stanno soffrendo di questa situazione e per questa ragione siamo andati ad intervistare l’imprenditrice Patrizia Ghiringhelli, della nota azienda Rettificatrici Ghiringhelli, che ha fatto il punto sulla produzione e sulla attività.

Inevitabilmente anche la nostra attività e la nostra vita professionale sono condizionate da questa epidemia – afferma Patrizia Ghiringhelli -. Stiamo cercando di ottemperare alle indicazioni dateci dalle associazioni territoriali di categoria in merito ai comportamenti da tenere all’interno e all’esterno dell’azienda, che spero siano indicazioni sanitarie imparate a memoria da tutti”.

Stiamo limitando e contenendo le entrate dei nostri dipendenti e le uscite di fornitori e clienti in azienda – continua ancora la proprietaria della Rettificatrici Ghiringhelli -. Abbiamo congelato gli appuntamenti e inevitabilmente si rallenta l’attività quotidiana, e non stiamo effettuando neanche le trasferte del personale all’estero, se non necessarie per i casi di fermi di produzioni del clienti”.

“Non nascondo – prosegue l’imprenditrice luinese – alcuni nostri operatori sono ritrosi perchè siamo italiani. Sappiamo che la situazione è questa, l’Europa ci guarda con preoccupazione e rimangono distanti da noi. Questo però non ci ferma, la produzione va avanti. Siamo sempre presenti, nonostante il rinvio di fiere ed eventi a marzo sia in Italia che all’estero per precauzione”.

Nel frattempo ci stiamo confrontando con i clienti grazie a videocall e utilizzando la tecnologia – conclude Ghiringhelli -. La Cina, per importanza, è il nostro secondo mercato e ne stiamo risentendo molto perchè sono fermi da inizio anno. Dobbiamo consegnare impianti ma siamo in attesa di decisioni, stiamo cercando di capire in che modo farlo. Abbiamo dovuto dimenticare, per il momento, il potenziale che avevamo in questo paese, in attesa della risoluzione positiva di questa epidemia”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127