Luino | 8 Marzo 2020

Luino, la Festa della Donna ai tempi del Coronavirus: parola a Lara Luz

La proprietaria del Camin Hotel Colmegna: "Abbiamo disdette fino a settembre. Non è un periodo facile, ma dal 26 marzo apriamo. Teniamo botta e siamo positivi"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Mentre prosegue l’emergenza Coronavirus, che sta radicalmente trasformando la nostra quotidianità, sono tante le realtà dell’alto Varesotto impegnate a continuare la propria attività lavorativa non solo da un punto di vista di strutture ricettive, come hotel, alberghi e bed & breakfast, ma anche per quanto riguarda bar e ristoranti ed importanti aziende della nostra zona.

Per questa ragione abbiamo voluto fare il punto della situazione, in occasione della Festa della Donna di oggi, domenica 8 marzo, con tre donne ed imprenditrici del territorio.

La prima ad essere intervistata è stata Lara Luz del Camin Hotel Colmegna, mentre domani lasceremo spazio a Gabriella Cerinotti della Pasticceria Cerinotti e a Patrizia Ghiringhelli della Rettificatrici Ghiringhelli.

“Non è un periodo facile – commenta Lara Luz -, visto che da due settimane a queste parte sono tante le disdette a prenotazioni che stiamo ricevendo, addirittura in alcuni casi anche fino a settembre. La gente percepisce insicurezza, e sono numerosi i clienti che ci chiamano dall’estero per sapere come stiamo, com’è la situazione e cercare di capire come organizzarsi. Questo vuol dire che dall’estero la Lombardia è vista come una zona off limits”.

“Oltre a questo non registriamo prenotazioni – va avanti la proprietaria del Camin Hotel -, e abbiamo problemi con eventi e matrimoni internazionali, tra cui uno americano e uno israeliano, visto la chiusura delle frontiere. Detto questo, però, spero da buon imprenditrice la positività nell’animo c’è sempre, come la voglia di combattere, nonostante le spese siano tante. Apriamo tutta la struttura nella sua bellezza il 26 marzo, come se nulla fosse, con l’ottimismo nel cuore di noi tutti e dei nostri collaboratori, pronti per affrontare questa stagione sperando che l’incubo Coronavirus finisca presto e dando un segnale a tutti: venite qui e godete di questo splendido posto, regaliamoci ottimismo per il futuro”.

Come rappresentante territoriale di Federalberghi, invece, Lara Luz denuncia la gravità della situazione a livello provinciale: “Malpensa è in piena sofferenza, l’aeroporto è deserto, così come soffrono le città. Tutti gli eventi e i meeting sono stati annullati e la situazione per alberghi e hotel è negativa sotto tutti i punti di vista da Varese al fondo lago, fino all’alto Verbano. Le disdette piovono per tutti e ci auguriamo di ricevere aiuti statali: per quanto forti e positivi dobbiamo fare tutti i conti a fine mese, speriamo nella politica che ci supporti in meno evidente”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127