Maccagno con Pino e Veddasca | 24 Agosto 2019

Caso elezioni a Maccagno, Passera: “Nulla da nascondere, piena fiducia nei funzionari”

Il primo cittadino risponde alle critiche dei consiglieri di "Idea Comune": "Sarà la magistratura a fare il suo corso, no alla pubblica gogna"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ad oltre dieci giorni dalla conferenza stampa dei consiglieri comunali di “Idea Comune” Davide Compagnoni, Marco Dal Lago e Antonello Cappai, che hanno denunciato gravi irregolarità nelle elezioni amministrative in vista del ballottaggio che ha poi portato alla conferma di Fabio Passera, dopo le critiche ricevute dalla minoranza giovedì, è proprio il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca ad intervenire.

Passera giovedì era stato punzecchiato da Compagnoni, Dal Lago e Cappai a causa del silenzio da parte della sua amministrazione sulla vicenda politico-giudiziaria che ha creato grande scalpore nel paesino lacustre. I consiglieri di minoranza hanno chiesto in merito a questo, senza tralasciare critiche da un punto di vista prettamente politico ed amministrativo.

“Hanno detto che dalla maggioranza vi è un silenzio assordante – esordisce Fabio Passera -, ma questa è una vicenda stucchevole che comincia ad annoiarmi. Se il consigliere Compagnoni aveva così tanto piacere a sapere quale fosse il mio pensiero su queste cose poteva chiedermelo direttamente prima di fare esposti in Procura. Ora è superfluo. La magistratura farà il suo lavoro ed accerterà eventuali reati e responsabilità, anche se penso proprio siano tutte da dimostrare”.

Passera, poi, lancia un appello di solidarietà verso la sua maggioranza. “Non c’è altro da aggiungere. Il caso riguarda la mia maggioranza e mi sembra ovvio e scontato stare dalla loro parte, come ho sempre fatto. La minoranza è libera di fare conferenze stampa e comunicati, noi invece abbiamo l’onere di lavorare per i cittadini. Compagnoni non deve lamentarsi, ma io sono impegnato a svolgere il compito che mi hanno dato i nostri cittadini. Non ho tempo da perdere con le sue perplessità”.

Un altro passaggio del sindaco, inoltre, riguarda l’apparato dei dipendenti comunali. “Ripongo fiducia piena in funzionari di provata esperienza e, a differenza di tanti altri, non lascio i giudizi alla piazza, ma a chi ha il poter e il dovere di provvedere, ove si renda necessario. Oltre ad avere profonda stima professionale, ho anche un forte legame personale con il funzionario in questione, e per questo non mi permetto di dare giudizi”.

Un commento di Passera arriva anche per la possibilità, annunciata dalla minoranza ma in corso di valutazione, di richiedere un consiglio comunale straordinario sul tema. “Non ho paura di niente, non abbiamo nulla da nascondere, ma tengo a precisare che nel caso in cui venissero accertate irregolarità vi sono organi deputati e individuati dalla legge che prenderanno provvedimenti in merito. Sulla richiesta di consiglio comunale straordinario, invece, continuo a pensare che l’assemblea cittadina, e non le aule del tribunale, sia il luogo indicato per le discussioni. Mi pare del tutto evidente che le due cose siano antitetiche tra loro, ma non ho nessuna preclusione. Anche in quella sede, come fatto oggi, ribadirò questa mia posizione”.

Un altro chiarimento, infine, arriva sull’altro caso, quello relativo alla denuncia di tentata corruzione dei rappresentanti di “Idea Comune”, dopo l’articolo pubblicato da Prealpina negli scorsi giorni, dove il diretto interessato è intervenuto difendendosi dalle accusa di Compagnoni. “In merito alla denuncia del tentativo di corruzione, che ho letto sul stampa locale, è stata pubblicata la posizione della controparte – conclude Passera -, posso affermare che nessuno si è mai rivolto a me, probabilmente anche sapendo in anticipo quale sarebbe stata la mia risposta”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127