Luino | 1 Marzo 2020

Elezioni a Luino, il centrodestra cerca altri candidati sindaci oltre Casali

Rinviato l'incontro del centrodestra, che si sarebbe dovuto tenere lo scorso 24 febbraio. A chiedere lo spostamento gli esponenti di Fratelli d'Italia e di Forza Italia

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ancora una fumata nera, in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera, per trovare un’unità di intenti nel centrodestra. Nell’incontro di inizio febbraio Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lombardia Ideale e la Lega non avevano trovato una condivisione del papabile candidato sindaco, che per la Lega resta, e sicuramente resterà, l’attuale vicesindaco di Andrea Pellicini, Alessandro Casali.

Il 24 sera si sarebbe dovuto tenere l’incontro decisivo per trovare il nome che avrebbe dovuto mettere d’accordo tutti, ma la riunione è stata rimandata su richiesta degli esponenti luinesi di Fratelli d’Italia, Andrea Pellicini e Dario Sgarbi, e quelli di Forza Italia, Giuseppe Taldone e Piero Carletti.

Da quanto si è appreso, infatti, i quattro politici, insieme ad Adriano Giannini (che ha già annunciato la nascita della lista “Alternativa Civica”), hanno partecipato ad una cena interlocutoria, a porte chiuse, dove hanno incontrato un medico luinese, mai candidatosi prima alle amministrative, chiedendogli la possibilità di candidarsi sindaco, con l’idea di provare a proporre alla Lega, sul tavolo territoriale, il suo nome.

Questa proposta, però, è stata rifiutata dal medico, e quindi le carte del centrodestra luinese sono rimaste ancora coperte, sebbene la Lega, come detto, abbia già ufficializzato la sua decisione, vale a dire quella di appoggiare il vicesindaco Casali che, insieme al capodelegazione per il tavolo territoriale, Davide Cataldo, nel frattempo si sta muovendo per trovare persone da inserire nella lista a trazione “Carroccio”.

La palla, quindi, continua ad essere in mano agli esponenti Fratelli d’Italia e di Forza Italia, in attesa di capire in che modo Lombardia Ideale si inserirà in questo delicato equilibrio nel centrodestra. Più passa il tempo, però, e più sembra che il filo che lega i partiti e gli amministratori di maggioranza, compreso il capogruppo di minoranza Taldone, sia sempre più sottile e si stia consumando.

Ora la nuova riunione, in programma per domani, lunedì 2 marzo, potrebbe dare indicazioni utili alla comunità luinese, che ancora non riesce a capire se dall’attuale maggioranza verrà espressa una sola lista, unita, oppure se i gruppi in lizza per guidare Palazzo Serbelloni saranno due, mentre le liste ufficiali, che dovrebbero essere vicine ad Alessandro Franzetti, Giorgio Ferri (Pd) e Adriano Giannini, continuano a lavorare in silenzio, in attesa di comunicazioni da parte di altri civici o dei pentastellati lacustri.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127