EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 10 Dicembre 2019

Elezioni amministrative, Franzetti svela le priorità della “sua” Luino

Oggi la conferenza stampa al Caffè Sereni del primo candidato sindaco ufficiale in vista delle elezioni amministrative del 2020. "Sogno una vicesindaco donna"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

E’ una lista civica d’ispirazione liberale quella che sta prendendo forma attorno alla candidatura a sindaco di Luino di Alessandro Franzetti, annunciata alcuni giorni fa con largo anticipo sulla tabella di marcia che conduce alle elezioni amministrative della città lacustre, in calendario per la prossima primavera.

Oggi, ad una settimana esatta di distanza dalle dichiarazioni di Franzetti, il primo a scendere ufficialmente in campo quando mancano più di cinque mesi all’appuntamento con le urne, trapelano nuovi dettagli sulla scelta del luinese, spinto dall’amore nei confronti della città che lo ha cresciuto  – e per la quale l’ex presidente del consiglio comunale si spende da tempo, soprattutto per quanto concerne la vita culturale della comunità – ma allo stesso tempo guidato da una road map che già contiene diverse priorità programmatiche.

Prima ancora di passare alle proposte, però, c’è un’ambizione che riguarda l’ipotetica squadra per il governo della città, che il giovane candidato vorrebbe composta da otto uomini e otto donne, queste ultime “non delle semplici quote rosa, ma delle risorse in funzione del bene comune e dell’interesse collettivo in cui credo fortemente, con il sogno inoltre di collocare al mio fianco un vicesindaco donna”.

Se da una parte non è ancora maturo il momento per associare profili e figure ad ogni posizione interna alla lista civica, dall’altra spiccano come detto le prime coordinate che riguardano il futuro della città: aiutare i giovani imprenditori locali favorendo l’apertura di spazi di coworking e di start up sul lago, “per evitare che tutti i nostri talenti continuino a spostarsi in massa verso Milano”; ripristinare il TiLo per Malpensa, “che sarà il primo vero obiettivo del mandato in caso di elezione”; potenziare il brand lago Maggiore in chiave turistica e per il tempo libero delle nuove generazioni, ad esempio con navette notturne verso la Svizzera e verso l’altra sponda del Verbano, ma anche per rendere Luino un punto di riferimento, al pari di Laveno, per i tour in traghetto alla scoperta delle isole e di tutto il patrimonio naturale lacustre.

In una fase che è ovviamente dominata da valutazioni, trattative e momenti di confronto con i potenziali attori protagonisti della squadra su cui Franzetti farà leva, per provare a portare in alto la sua visione di una Luino nuova, quella che si svilupperà nei prossimi cinque anni, l’ultima indiscrezione di giornata del candidato sindaco serve a svelare il nome che compare in cima all’elenco dei contatti già avviati.

Il nome è quello dell’attuale consigliere di minoranza Pietro Agostinelli, “persona che stimo, preparatissima sulla realtà locale e alla quale non esiterei ad assegnare un ruolo centrale nella gestione di dinamiche quotidiane inerenti i lavori pubblici, la manutenzione, la Polizia locale e la sicurezza“.

Il condizionale in questa direzione è ancora d’obbligo, ma cade invece di fronte alla possibilità, nei mesi a venire, di valutare il posizionamento tra le fila di altri progetti in chiave “amministrative 2020”. “Non ritirerò la mia candidatura – assicura in conclusione Franzetti – mi ritengo finalmente pronto per affrontare questa sfida”.

 

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127