Alto Varesotto | 13 Agosto 2019

Tempesta sull’Alto Varesotto, the day after: migliaia e migliaia di euro di danni

Smottamenti, tetti scoperchiati, auto distrutte, decine di alberi caduti, case danneggiate e strade invase da alberi e piante. Interventi fino a notte fonda

Tempo medio di lettura: 3 minuti

La tromba d’aria che ieri, lunedì 12 agosto, ha messo in ginocchio tanti paesi dell’Alto Varesotto ha causato decine e decine di danni anche lungo la sponda piemontese. Le situazioni più gravi sul territorio hanno coinvolto senza dubbio Curiglia con Monteviasco e Maccagno con Pino e Veddasca, senza dimenticare Porto Valtravaglia e tutto il Luinese. Solo grazie ai vigili del fuoco, ai volontari della Protezione civile e degli operatori della Provincia di Varese le criticità sono state in gran parte risolte.

A Luino sono stati segnalati disagi e problematiche a causa della caduta di piante sulle strade. In via Don Folli un albero ha colpito in pieno una macchina, ma fortunatamente gli occupanti sono riusciti a lasciare l’abitacolo illesi. I rami, infatti, hanno distrutto il cofano e il parabrezza del veicolo. Disagi anche sulla strada del Cucco, sulla SS394 tra la rotonda dell’Ulivo e le Serenelle e sulla SP61 alla diga di Creva. Danni presso l’area dell’ex discoteca di Luino, la Chiesa di Santa Caterina e al Camin Hotel Colmegna.

A Maccagno con Pino e Veddasca la tempesta si è abbattuta su tutta la fascia a lago, dal Lido al Parco Giona. Un’apocalisse che ha causato ingenti danni: il tetto del ristorante Lido si è scoperchiato ed è andato a colpire un’abitazione privata, dove per poco i residenti si sono riusciti a mettere in salvo. Oltre una ventina di alberi, inoltre, sono caduti al Parco Giona, distruggendo due automobili e diverse imbarcazioni presenti all’Unione Velica. Nella zona del campeggio Lido, inoltre, una 34enne è rimasta ferita. Disagi anche in Veddasca, strade interrotte per cinque-sei volte nella giornata a causa di piante che hanno invaso l’asfalto sulla SP5, nella zona dei Ronchi e del lago Delio, di Campagnano, Orascio e presso alcune strade del centro, vicino al Giona, senza dimenticare gli interventi tra Pino e Zenna. Sul lungolago Gilardi, invece, l’impeto del nubifragio ha causato il crollo di un muro privato lungo 25 metri ed alto 4.

A Germignaga gravi problemi sulla SP69 verso Porto Valtravaglia, con una pianta che ha bloccato la circolazione fino all’intervento della Protezione civile, mentre la caduta di alberi al Parco Boschetto ha portato l’amministrazione comunale ha vietare l’accesso all’area per alcune ore.

Stesso discorso anche a Laveno Mombello, dal centro fino a Cerro, dove sono cadute piante su diverse carreggiate, causando anche danni ad alcune automobili, così come avvenuto a Castelveccana, dove agli alberi caduti su diverse strade sia sulla provinciale che verso le frazioni, si è verificato anche un incendio in una a Nasca.

Oltre ad un’auto colpita da un albero in piazza Imbarcadero, a Porto Valtravaglia ingenti danni alle attrezzature e alle strutture montate dalla Pro Loco in vista della Festa di San Rocco. Disagi anche alle bancarelle del mercato ivi presenti ieri mattina.

Gravi criticità, inoltre, tra Dumenza e Curiglia con Monteviasco, quest’ultima isolata per circa tre ore a causa di uno smottamento sulla Strada provinciale 6 e su una serie di piante ed alberi che hanno invaso la carreggiata da Ponte di Piero fino al territorio del Comune di Dumenza: interventi anche a Stivigliano, in via Europa e nella zona del valico di Palone.

Disagi e criticità, infine, anche in Valcuvia con numerosi tombini in strada saltati a causa dell’intenso flusso d’acqua, mentre la caduta di pianti ed alberi ha causato gravi problemi e mancanza di fornitura elettrica in centinaia e centinaia di case del luinese, della Valmarchirolo, della Valganna e anche della Valtravaglia.

Gli interventi da parte dei vigili del fuoco, degli operatori della Protezione civile e di quelli della Provincia di Varese continueranno anche nella giornata di oggi, con l’obiettivo di risolvere tutte le situazioni di pericolo sul territorio. Previste schiarite e miglioramenti nelle prossime ore nel nordovest della Lombardia.

Tempesta sull'alto Varesotto: gravi danni alle auto, blackout, allagamenti e disagi

+++ AGGIORNAMENTO +++Un disastro quello avvenuto al Parco Giona di Maccagno, si contano i numerosi danni su tutto il territorio. Passera: "Domani ancora al lavoro per risolvere le criticità". Qui l'articolo con tutte le informazioni —> http://bit.ly/31CTu6H

Gepostet von LuinoNotizie am Montag, 12. August 2019

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127