Luino | 17 Luglio 2019

Colmegna, “Cantiere bloccato e strada pericolosa, aperto un passaggio dietro la galleria”

Dal Comune di Luino, dopo la gara andata deserta, sarà avviato un altro bando nelle prossime settimane per mettere in sicurezza la parete rocciosa

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ancora bloccati i lavori e il cantiere presenti da mesi ormai sulla strada statale 394 tra Luino e Maccagno con Pino e Veddasca, dietro la galleria di Colmegna, quella presente nei pressi del Camin Hotel. Le prime segnalazioni da parte di alcuni cittadini e residenti, riguardanti la caduta di massi sull’asfalto dalla parete rocciosa della montagna che sovrasta la galleria, erano arrivate nel novembre 2018.

Allora il Comune di Luino aveva disposto la chiusura della strada per evitare qualsiasi problema e pericolo a pedoni e ciclisti, avviando poi l’iter burocratico, insieme ai tecnici Anas, per intervenire e mettere in sicurezza la strada, grazie al posizionamento e all’installazione di reti sulla parete rocciosa.  Oggi, però, ad oltre otto mesi di distanza, i lavori non sono iniziati ed i cittadini sono tornati ad esprimere nuovamente i loro disagi.

Dopo mesi segnaliamo ancora una volta che i lavori dietro la galleria di Colmegna sono bloccati, nonostante in un precedente articolo si parlava della realizzazione da parte del Comune di un passaggio pedonale in sicurezza. Non è stato fatto assolutamente niente, però, giustamente, qualcuno ha forzato le protezioni per passare, anche perché con l’arrivo dell’estate e di turisti, sono molte le persone che raggiungono Luino da Maccagno a piedi. Quello dietro la galleria, infatti, è l’unico passaggio pedonale, perché in caso contrario si dovrebbe attraversare la galleria che a parte il divieto è estremamente pericolosa”.

“Abbiamo letto di bellissimi progetti per il futuro di Luino (la rivoluzione del centro cittadino, il progetto sull’area Lido ed altro ancora, ndr) – continuano -, ma forse sarebbe meglio ultimare i lavori ‘già iniziati’ prima di imbattersi in nuove avventure”. Oltre alla caduta massi, a fine 2018, infatti, oggetto di critica era stata anche la decisione di non predisporre un passaggio pedonale.

Da fonti ufficiali direttamente di Palazzo Serbelloni, però, si evince che l’amministrazione ha predisposto alla fine dello scorso anno l’avviamento dell’opera di messa in sicurezza, ma nei primi mesi del 2019 la gara riguardante la sistemazione della parete rocciosa è andata deserta. Proprio per questa ragione, già nelle prossime settimane, il Comune di Luino predisporrà un nuovo bando di gara affinché venga messa in sicurezza la strada, con l’obiettivo di riaprire un varco per pedoni e ciclisti.

Si tratta solo l’ultima delle segnalazioni sulla manutenzione e sullo stato delle strade del luinese, dopo le richieste di intervento, a più riprese, che hanno messo sotto i riflettori i percorsi ciclopedonali non solo delle Valli del Verbano, ma anche del Piambello.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127