Luino | 1 Luglio 2019

Luino, nuove segnalazioni sul degrado in stazione

La minoranza porta in assemblea le ultime segnalazioni dei luinesi. Pellcini: "Il segretario incontrerà la ditta, puntiamo anche a riattivare uffici nei locali interni"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ancora tante, troppe le segnalazioni che giungono da cittadini luinesi in merito alle condizioni igieniche della stazione, puntualmente oggetto di denuncia anche da parte dei pendolari locali.

Il tema è tornato ancora una volta sui banchi del consiglio comunale, giovedì scorso, ed è stato introdotto dalla consigliera di minoranza Enrica Nogara, che ha aggiornato i colleghi sulla situazione dei locali interni, dei bagni pubblici e anche di un’area esterna.

Si tratta del piccolo parco giochi situato a pochi metri di distanza dall’ingresso del vecchio ufficio personale dove “l’erba è altissima – ha sottolineato la consigliera dem – e dove alcuni giochi andrebbero sostituiti in quanto vecchi e pericolosi. E’ un vero peccato che i bambini di piazza Marconi non possano usufruire del parchetto. Un ulteriore segno di degrado per l’area”.

Anche il capogruppo de “L’altra Luino”, Franco Compagnoni, è intervenuto sul tema portando la testimonianza di un recente sopralluogo, utile per focalizzare l’attenzione su un’altra problematica già nota e su cui l’amministrazione aveva già investito, diversi mesi fa, sperando di giungere ad una soluzione.

Si tratta dell’ammassamento di volatili nei pressi della biglietteria, del salone doganale e del locale ascensori dove, per contrastare il fastidioso accumulo di escrementi, il comune aveva stanziato fondi – lo scorso mese di ottobre – per installare un impianto di allontanamento. La nidificazione però pare essere proseguita, e di conseguenza anche la presenza di escrementi (non solo di piccionisoprattutto nei pressi dell’ascensore.

Nei prossimi giorni il segretario comunale incontrerà i rappresentanti dell’impresa di pulizia, con l’obiettivo di migliorare il servizio e rivedere l’appalto”. Così il sindaco Andrea Pellicini, in risposta alle segnalazioni. “Prendo anche io il treno per gli spostamenti verso Milano – ha poi proseguito il primo cittadino – e ho spesso denunciato le condizioni pietose che tutti conosciamo. Non si può continuare a tenere la stazione in questo modo“.

Ma c’è di più, a margine dell’ennesimo confronto sulle criticità della stazione dei treni. “E’ in corso un appalto – ha affermato ancora il sindaco Pellicini in conclusione – e uno degli obiettivi è quello di assegnare alcuni dei locali in disuso agli agenti della Polizia locale o ai dipendenti dell’ufficio tecnico, per renderli nuovamente vivibili, attraverso il lavoro, e contribuire così al miglioramento della struttura”.

Nel corso della seduta la minoranza è poi intervenuta su un altro tema centrale, in questo caso non solo per la città lacustre. Sul futuro del clima e dell’ambiente, i consiglieri Petrotta e Nogara hanno introdotto i contenuti di una mozione grazie alla quale il comune di Luino si impegnerà nel potenziare le iniziative di sensibilizzazione, da tempo già in corso grazie anche al coinvolgimento delle scuole e di diverse altre realtà del territorio.

La mozione, presentata nel dettaglio giorni fa sulle pagine del nostro quotidiano, è passata al voto con un emendamento del consigliere di maggioranza Contini, con la ratifica delle richieste contenute nel testo fatta eccezione per la volontà di impegnare il sindaco a proclamare lo stato di emergenza ambientale. Passaggio quest’ultimo che, come ha ricordato Pellicini, “spetta più agli scienziati che agli amministratori”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127