EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 3 Febbraio 2019

Luino, “Che vergogna in stazione, una cacca di cane nel corridoio verso l’uscita”

Una cittadina luinese racconta l'episodio avvenuto venerdì pomeriggio, quando stava uscendo dalla stazione. "Mi auguro vivamente che queste persone siano sanzionate"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Non c’è pace per la stazione di Luino, dove negli ultimi mesi sono state tante le denunce per il degrado presente all’interno dei locali, a causa dell’invasione di escrementi di piccioni. Solo la scorsa settimana le segnalazioni riguardanti rifiuti presenti nell’area presente nei pressi dell’ex dopolavoro e dentro la stazione, ma

A questo, però, si aggiungono tanti altri episodi negativi, come quello capitato ad una luinese, V. B., che riporta l’ennesimo atto di inciviltà da parte dei cittadini, avvenuto negli scorsi giorni e che ha indignato la donna.

“Venerdì pomeriggio per chi scendeva dal treno, la sorpresa non è stata l’abbondante nevicata che tanto ci aspettavamo, ma una cacca di cane nel corridoio che porta all’uscita – racconta V. -. In mezzo all’indifferenza della gente che la schivava e se ne andava, mi sono prodigata per cercare qualcuno. Ho girato la stazione ma non ho trovato nessuno e così ho contattato la Polizia Locale. Il corridoio è dotato di due telecamere e quindi, penso io, qualcuno pagherà per questo gesto d’inciviltà.

“Parlando con il vigile al telefono intuisco che probabilmente non sarà così – afferma affranta ancora la donna -. Così gli incivili maleducati continueranno a rimanere tali, i nostri meravigliosi luoghi saranno ancora rovinati dall’indifferenza e non curanza non solo di queste persone, ma anche di chi ha il potere di far rispettare le regole ma non lo può o vuole fare. Mi auguro vivamente che questa volta l’epilogo sia diverso”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127