Castello Cabiaglio | 21 Maggio 2019

Castello Cabiaglio, Simona Beretta sfida il sindaco uscente Galbiati: ecco squadra e programma

La candidata è alla guida della lista civica "Radicati nel Futuro". Ambiente, sicurezza, turismo, giovani: tutte le proposte e i membri della squadra

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Corsa a due per le amministrative di fine mese a Castello Cabiaglio, dove alla ricandidatura del sindaco uscente, Marco Galbiati, si contrappone la lista civica “Radicati nel Futuro” guidata da Simona Beretta, classe 1971, originaria di Milano.

Due proposte diverse per gli elettori del piccolo borgo, che il 26 maggio si troveranno di fronte ad un bivio rappresentato dalla possibilità di confermare l’attuale primo cittadino (87% di preferenze all’ultima tornata del 2014, contro il 12% di Fronte Nazionale, lista rappresentata da Francesco Maria Pannilini), oppure imboccare la strada del cambiamento.

Cambiamento che, nella visione della candidata sindaco Beretta e della sua squadra, corrisponde prima di tutto alla necessità di migliorare il rapporto con gli enti territoriali, incrementando cioè il dialogo con Comunità Montana Valli del Verbano, Parco Regionale Campo dei Fiori e Protezione civile per far compiere al borgo un salto di qualità all’interno della realtà locale.

Il “risparmio” è un altro concetto chiave tra le linee programmatiche, dove viene associato al tema delle fonti energetiche per il riscaldamento. “La rete comunale a gpl rappresenta un notevole esborso economico per le famiglie cabiagliesi – spiegano dalla lista – motivo per cui lavoreremo al fine di ridiscutere le condizioni del contratto in essere, vagliare il collegamento con la rete metanifera, valutare la possibilità di ricorrere a fonti rinnovabili, quali ad esempio il biogas”.

Diverse poi le priorità in materia di sicurezza. Tra queste, l’acquisto di un defibrillatore automatico esterno (DAE) con relativi corsi di formazione, il miglioramento del sistema di video sorveglianza in essere – con più telecamere – e l’idea di modificare la viabilità in via Mazzini, “per consentire l’accesso tempestivo ai mezzi di primo soccorso”. Nel capitolo dei servizi al cittadino figura l’intenzione di attivare in paese la fibra ottica, ma anche quella di realizzare un nuovo negozi di generi alimentari e rendere più efficiente il trasporto comunale.

Rispetto al tema del turismo, connesso a quello dell’ambiente, l’intento della lista è quello di “Valorizzare la bellezza del territorio, sfruttarne appieno le potenzialità, così da renderlo più fruibile sia per gli stessi cittadini che per i turisti”. Valorizzazione del patrimonio artistico, miglioramento della rete sentieristica e realizzazione di un’area picnic sono in questo senso alcune idee contenute nel programma.

Un ultimo punto, tra quelli in primo piano, riguarda le dinamiche con cui favorire l’aggregazione giovanile, implementando l’uso del campo da calcio, promuovendo l’organizzazione di tornei sportivi, migliorando l’attuale biblioteca, ma anche ripristinando l’area Pro Loco. Con il sogno di arrivare in futuro all’apertura di un vero e proprio centro polifunzionale.

Per la versione integrale del programma cliccare qui. Di seguito invece l’elenco dei candidati consiglieri di “Radicati nel Futuro”: Elena Piccinelli (1989), Cristina Borsotti (1962), Marco Bortot (1968), Sergio Brillo (1961), Alberto Caporale (1963), Pierluigi Contaldo (1975), Franco Solari (1964), Viktoryia Tsiarenttsyeva in Zanollo (1982), Graziano Visentin (1956).

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127