Castello Cabiaglio | 18 Maggio 2019

“Cabiaglio per tutti, tutti per Cabiaglio”, Marco Galbiati si ricandida alla guida del paese

Il sindaco uscente presenta agli elettori i suoi obiettivi per il futuro in vista del voto di fine mese. Ecco le linee programmatiche e i membri della squadra

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Cabiaglio per tutti, tutti per Cabiaglio“, suona come un motto il nome attribuito da Marco Galbiati alla lista con cui il sindaco uscente ha ripresentato la sua candidatura per le amministrative del 26 maggio, quando il suo organico si misurerà alla prova del voto con quello assemblato da Simona Beretta con “Radicati nel Futuro”.

Continuità” è poi la seconda parola d’ordine per la squadra dell’attuale primo cittadino, reduce da quindici anni di amministrazione, prima come vice sindaco e poi con due mandati alla guida del piccolo borgo, seicento residenti circa. Concetto, quello della continuità, che si lega al lavoro già svolto e agli obiettivi di crescita per il futuro del paese, connessi in larga parte, come per molte piccole realtà della Valcuvia, alle bellezze del patrimonio naturale.

“Mi ricandido perché nutro grande passione per il territorio e per la nostra piccola comunità di Castello Cabiaglio – racconta il sindaco uscente Marco Galbiati -. Sono state tante le persone che mi hanno chiesto di ricandidarmi e per questa ragione mi ripropongo per amministrare il paese nei prossimi anni, in modo tale da continuare il lavoro fatto in questi anni. L’attenzione al sociale e a tutte le esigenze dei concittadini è il nostro faro, questa è la nostra priorità”.

Non è un caso dunque che il programma della lista civica parta dall’intento di pensare a nuovi impianti e infrastrutture a basso impatto ambientale, ma anche dall’importanza di difendere l’economia del territorio in tempi che non sono certo facili per le finanze dei piccoli paesi. E’ per questa ragione che è considerato ancora fondamentale il lavoro necessario per accedere ai bandi, da potenziare – nella visione dei candidati – proponendo l’istituzione di nuovi uffici con personale qualificato in grado di gestire per tempo tutte le incombenze burocratiche relative ai procedimenti, da cui prendono forma gli interventi più significativi, quelli che determinano la qualità dei servizi primari.

Recenti a tale proposito le opere compiute sulle reti di acquedotto e fognature per le quali, si apprende dalle linee programmatiche, non mancheranno ulteriori investimenti, anche dopo il passaggio della gestione – per quanto riguarda i servici idrici – alla società Alfa srl. Sempre in termini di riqualifica, compare tra gli obiettivi il sistema di illuminazione pubblica, su cui è già stato avviato un progetto che è ora in fase di ultimazione, ma anche il completamento dei lavori di urbanistica in piazza IV Novembre. Tra le priorità anche le dinamiche inerenti i servizi sociali, per cui la lista intende raggiungere un maggior grado di efficienza, e la promozione della raccolta del verde porta a porta.

Nella lista dei temi in primo piano è collocata infine la dimensione ecologica di Castello Cabiaglio, con la volontà di promuovere la nascita di un percorso ciclo pedonale in connessione inizialmente con Orino e Brinzio, ma con l’ambizione già dichiarata di incrociare il tracciato che unisce la Valcuvia a Luino.

Per la versione integrale del programma cliccare qui. Di seguito, invece, l’elenco dei candidati consiglieri della lista: Dario Marsilio (1980), Chiara Cantagalli (1978), Alessandro Marchesi (1978), Andrea Ferrari (1981), Raffaella Monti (1973), Valentina Petter (1989), Luca Santarelli (1969), Federico de Dominicis (1995), Laura Castoldi (1982), Davide Ambrosetti (1981).

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127