EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 19 Dicembre 2020

“Fra le righe…”, tre libri sotto l’albero

Fiabe, avventure ed emozionanti riflessioni sul senso della vita: questi gli spunti legati ai volumi al centro dell'edizione natalizia della nostra rubrica

Tempo medio di lettura: 3 minuti

(A cura di Maria Giulia Baiocchi) Questa puntata di “Fra le righe…” che precede di poco il Natale racchiude la magia dei mondi incantati che le fiabe ci donano, facendoci rivivere la nostra infanzia e regalando sogni ai nostri ragazzi.

Ma c’è anche il tempo di riflettere leggendo un romanzo dove la bella storia di un’amicizia prevale sull’ottusità di alcuni adulti e un altro ancora dove l’amore illumina e consacra lo spirito natalizio. Buona lettura, ricordando che un libro è un giardino che puoi custodire in tasca (proverbio arabo).

È splendido questo libro di fiabe classiche scritte in rima e illustrate con delle immagini incantevoli ed evocative. Un volume da sfogliare con cura per ammirare ogni particolare che subito ci conduce nel mondo fantastico di Cenerentola, la Bella Addormentata, La piccola Fiammiferaia, Raperonzolo, La Sirenetta, Tremotino e così via. Il volume, “Alfabetiere delle fiabe” (Giunti Editore, pp. 64, € 18,00) che raccoglie dalla A alla Z le fiabe di tutte le tradizioni, è stato rimato e illustrato da Fabian Negrin. Sarà divertente sfogliarlo e riconoscere d’acchito i celebri protagonisti di ogni fiaba. Ecco l’inizio di una delle fiabe più conosciute, Cenerentola, ovvero La zucca di Cenerentola: “Sfregava i pavimenti Cenerentola/lavava i piatti, le posate, la pentola./«Quanto vorrei poter venire al ballo»./ «Tu? Ah, ah! Resti a pulire il cristallo!»/sogghignarono sorellastre e matrigna/le prime brutte, l’altra arcigna”.

Piacerà molto ai giovanissimi lettori il romanzo d’avventura “Mustang” (Editrice Il Castoro, pp. 171, € 13,50) di Marta Palazzesi, autrice milanese appassionata di animali e storia. E in questo romanzo ci sono entrambi i suoi interessi: c’è la storia, quella dell’America ai tempi della schiavitù, siamo nel 1850, e ci sono i mustang, i cavalli selvaggi che popolavano gli Stati Uniti a centinaia di migliaia. I protagonisti sono tre ragazzi, molto diversi fra loro: Robb è un tredicenne che vive nel Texas, nella tenuta dello zio schiavista, Aimery è un giovane schiavo e poi c’è Ako, una ragazza Comanche. Pur provenendo da tre culture completamente diverse, dove il razzismo prevale, i ragazzi diventano amici, anche se sanno di rischiare moltissimo perché non potrebbero frequentarsi. La loro libertà e la libertà di un branco di mustang sono un richiamo fortissimo per i loro cuori che cercheranno all’unisono di realizzare i loro splendidi sogni. Un romanzo che profuma di ribellione, amicizia e indipendenza. Molto interessante la postfazione a cura dell’autrice che, dopo un breve excursus storico sulla Guerra di Secessione, l’abolizione della schiavitù, lo sterminio dei nativi americani e la crudeltà con la quale sono stati decimati i mustang, conclude scrivendo: “Sapere tutte queste cose non può cambiare ciò che è già stato, ma può aiutarci a modellare ciò che sarà. È da questa speranza che è nata questa storia”.

Sorella di neve” (Giunti Editore, pp. 192, € 24,00) della norvegese Maja Lunde, è un libro profondo e delicato dove il mistero della vita dopo la morte è narrato con un tocco di commovente poesia. Natale è vicino, sono gli ultimi giorni di scuola, dove abita Christian, in Norvegia, c’è tanta neve. Christian è un ragazzino di undici anni, per lui il Natale significa sentire il profumo dell’abete, della cioccolata calda e dei biscotti, Natale è accendere le candele dell’avvento, decorare l’albero, è festeggiare il suo compleanno proprio la vigilia, è sentire il calore dei suoi cari. Ma questo Natale è profondamente diverso perché, da pochi mesi, Juni, la sorella più grande, non c’è più. Il lutto riveste di piombo la casa di Christian che non sa come riportare lo spirito del Natale nella sua famiglia. Sarà l’incontro con Hedvig a ribaltare tutto, una ragazzina bella, solare ma misteriosa.
Le illustrazioni sono magiche, nate dalla splendida mano di Lisa Aisato, norvegese e pluripremiata illustratrice, tanto che Maja Lunde ha detto: «Lisa Aisato ha realizzato illustrazioni così splendide, che devo darmi un pizzicotto sul braccio ogni volta che le osservo». Ed è proprio così!

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127