EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 2 Settembre 2020

Il “Città di Luino” saluta Fabio Giovanetti, “Garante dei diritti di tutti”

Con una lettera l'istituto ringrazia il dirigente in uscita per tutti i traguardi raggiunti negli ultimi tre anni. A rilevare la sua cattedra sarà Michela Delle Piane

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo la nota con cui l’ISIS “Carlo Volontè” di Luino saluta e ringrazia il dirigente scolastico in uscita, Fabio Giovanetti, che con l’inizio del nuovo anno, come da recente designazione, ricoprirà il ruolo di preside dell’istituto comprensivo “Monteggia” di Laveno Mombello. A rilevare la sua cattedra, presso il “Carlo Volontè”, sarà Michela Delle Piane. 

Sono stati tre anni di intensa attività e di importanti traguardi raggiunti, quelli vissuti dal dirigente scolastico Fabio Giovanetti all’ISIS “Città di Luino”.

Il preside ha traghettato l’istituto verso orizzonti 4.0, in linea con la vocazione di attenzione al territorio con uno sguardo ben puntato verso il futuro, tipico di una scuola di formazione tecnologica, economica e turistica. Il dirigente, in continuità con il lavoro svolto da chi l’aveva preceduto, ha promosso i progetti nati durante la direzione di Lorena Cesarin, ampliando ed intensificando l’attività di collaborazione con enti, associazioni, aziende e università, del territorio e non solo, fornendo all’ISIS un respiro internazionale.

Tra i suoi meriti figurano anche la valorizzazione del patrimonio artistico dei Comuni limitrofi e la promozione di attività di formazione in ambiti di stretta attualità, dal volontariato all’impegno a contatto con le principali problematiche sociali. La sensibilità culturale, le competenze tecnico – scientifiche e la professionalità del dirigente, hanno permesso a tutto il personale docente e non docente della scuola, agli studenti e alle famiglie, di affrontare con serenità l’anno scolastico 2019 – 2020, e di preparare quello che sta per iniziare.

In questi tre anni per i problemi quotidiani o eccezionali, o anche inimmaginabili come nel caso della pandemia, il preside c’è stato, ogni volta, con grande attenzione all’aspetto scolastico e umano, rispettoso della norma senza per questo diventare un arido burocrate; preciso e puntuale senza diventare pedante, promotore della meritocrazia, garante dei diritti di tutti senza limitare la voglia di mettersi in gioco e innovare di chi, come lui, nella scuola ci crede ancora e ogni giorno cerca di migliorare questo mestiere che da sincrono o da remoto, mette ogni giorno a confronto generazioni così diverse attraverso le quali passa e si realizza il futuro di un territorio e di un Paese.

“Io ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l’umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà. Pochissimi gli uomini…” [Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta]. 

Il “Città di Luino” (così come la città di Luino) ha avuto la fortuna di averne uno come dirigente. Ringraziamo per tutto e anche e in particolare per la pazienza nell’affrontare questo percorso professionale e di vita, non sempre privo di ostacoli.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127