Germignaga | 15 Giugno 2020

Germignaga, un diploma “a domicilio” per gli alunni di 5 elementare

Consegnata ai bambini anche una bella e sentita lettera del sindaco Fazio: "Andare alle medie è un passaggio importante. State crescendo, ma non abbiate fretta"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La chiusura di un anno scolastico, specialmente per i bambini e i ragazzi che concludono un ciclo di studi e si apprestano a cambiare istituto, ha sempre un sapore particolare.

In questo 2020, con l’emergenza coronavirus che ha impedito ai bambini di proseguire le lezioni in classe e di stare insieme ai propri compagni e ai propri insegnanti, la fine di questo percorso ha assunto un significato ancora più intenso.

Non sono mancate iniziative di vario tipo, da parte di docenti, genitori e anche amministrazioni comunali, per festeggiare i piccoli alunni.

Tra di esse c’è anche quella del comune di Germignaga, che ha voluto realizzare una “consegna a domicilio” di diplomi ai bambini che hanno terminato la scuola primaria.

Il sindaco Marco Fazio, insieme ad alcune rappresentanti del comitato genitori, ha iniziato lo scorso sabato questo giro di consegne, che verrà completato sabato prossimo. Insieme ai diplomi, ai bambini vengono consegnati un messaggio da parte del primo cittadino, delle maestre e della dirigente dell’ICS e un “tocco”, il cappello tradizionale indossato da diplomati o laureati.

“Un “bravo” ai nostri piccoli studenti, un “grazie” alle maestre per averli accompagnati e ai genitori che in questi mesi impegnativi hanno condiviso studi ed esperienze con i loro figli”, dichiara il primo cittadino sul suo profilo Facebook, in un post nel quale ha anche voluto condividere la lettera rivolta ai futuri studenti della scuola secondaria di primo grado “Sereni”:

Cari bambini,
si conclude il viaggio iniziato cinque anni fa. Sono sicuro che sarà tantissimo il dispiacere per non poter salutare maestre e compagni con una bella festa. Questi ultimi mesi ci hanno fatto imparare tante cose, e scoprirne una, quasi inaspettata: andare a scuola è bello, e se non possiamo farlo ci manca!

Il primo augurio che vi faccio, perciò, è quello di ricordare questo insegnamento e poter iniziare tra i banchi il prossimo anno scolastico, per “gustarsi” al massimo la scuola. Noi ci impegneremo perché questo sia possibile.

Vorrei farvi un altro augurio, per certi versi un po’ strano. Andare alle “scuole medie” è un passaggio importante, significa che state crescendo, ma… crescete piano piano. Non abbiate fretta. Ogni età è fatta di cose belle e di cose difficili. Non vale la pena di perdersi né le une né le altre (perché, come abbiamo visto, anche le cose difficili ci insegnano qualcosa) per diventare “grandi” prima del tempo.

Siamo orgogliosi del percorso che avete fatto; pensate a quante cose avete imparato da quel giorno in cui, emozionati e spaventati, siete entrati per la prima volta a scuola! E ora avanti, per un’altra strada e con nuovi compagni!

Il sindaco

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127