Luino | 12 Marzo 2019

Luino, anche gli attivisti M5S contro l’aumento delle tasse

Dopo il botta e risposta tra sindaco e minoranza, i grillini intervengono sul tema portato in Commissione Bilancio: "Ad ogni imprevisto ripercussioni sui cittadini?"

Tempo medio di lettura: 3 minuti

L’annuncio in Commissione Bilancio, lo scorso giovedì, di un aumento delle tasse per i cittadini luinesi, per quanto riguarda IMU e IRPEF, rimane un tema di dibattito, e di grandi divergenze, dentro e fuori palazzo Serbelloni.

Da una parte la minoranza (i consiglieri Nogara, Petrotta, Agostinelli e il capogruppo de “L’altra Luino”, Franco Compagnoni, tutti fatta eccezione per il capogruppo de “La Grande Luino”, Giuseppe Taldone), ha inquadrato la scelta come una pesante contraddizione rispetto alla prospettiva di contenimento della pressione fiscale che l’attuale amministrazione ha fatto propria, trasformandola in punto programmatico, durante l’ultima campagna elettorale. Dall’altra il sindaco Andrea Pellicini, che a poche ore di distanza dalla presa di posizione dei colleghi ha respinto con forza l’accusa di aver applicato una “volontà politica” alla decisione di aumentare le tasse per l’anno in corso, ripercorrendo una ad una le difficoltà in termini di spesa che stanno alla base della difficile proposta di bilancio.

Nuove regole statali da rispettare, nuovi contratti con le cooperative per la manutenzione, delicate e complesse vicende di carattere sociale da gestire: tutti fattori di primo piano, ha spiegato Pellicini, che scuotono le casse comunali e per le quali i tagli nei settori meno sensibili non si sono rivelati sufficienti. Da qui la controreplica della minoranza, che ha rispedito al mittente le accuse di “demagogia e mistificazione“, determinate in parte dall’inserimento nel confronto del triste episodio dei furti dalla Cassa Unica. Problemi che si ripresentano ma che sono sempre esistiti, questa la linea dei consiglieri e del capogruppo Compagnoni, che richiederebbero quindi la necessità di trovare delle alternative la cui applicazione non conduca a nuovi sacrifici economici per i cittadini.

A intervenire oggi, dopo la replica e la controreplica che hanno visto protagonisti sindaco e minoranza, sono anche gli attivisti luinesi del Movimento 5 Stelle, già autori, lo scorso 15 febbraio, di una lettera indirizzata al primo cittadino in cui si parlava, a proposito degli obiettivi fissati in campagna elettorale, di “fumo negli occhi” per gli elettori. Quella che riportiamo di seguito è la nota firmata M5S in forma integrale.

Imbarazzanti, così riteniamo definire le risposte degli amministratori luinesi in merito agli appunti sollevati prima dalla nostra analisi sull’operato del governo Pellicini dopo oltre nove anni dall’insediamento, ed ora dalle osservazioni della minoranza, che condividiamo, in merito all’aumento delle tasse comunali.

Luino non è mai stata così bella’, ha risposto a noi 5 Stelle il sindaco firmando un autogol seguito da altri ‘faremo’. Ma vorremmo spostare il focus con un commento alla risposta che l’amministrazione ha dato alla minoranza. L’assessore Sgarbi, come per l’aumento dei costi della mensa scolastica, riconduce le motivazioni a imprevisti aumenti di questo o quello… Imprevisti? Ma abbiamo un bilancio preventivo talmente risicato che per ogni imprevisto si richiede una ripercussione sui cittadini?

Tanto il Governo, quanto la Regione a la Provincia, in particolare modo ora, insistono con il supportare economicamente i comuni nella realizzazione delle opere, vedi Palazzo Verbania. E Luino, con un attivo di 47 milioni a bilancio, deve continuare a piangere sugli abitanti oltre che privarli, a nostro avviso, di migliorie nei servizi? Dobbiamo per di più assistere al degrado della nostra città, oltre che fuori dalle poche vie centrali, addirittura nelle neo strutture del lungolago, deteriorate dalla mancanza di manutenzioni?

Vediamo venir meno l’apporto su iniziative turistiche, di intrattenimento, di sostegno ai commercianti. Manca una funzionante video sorveglianza che garantistica sicurezza e sia di utilità alle forze dell’ordine. Manca attenzione ai disabili tramite l’abbattimento delle barriere architettoniche. Manca attenzione all’ambiente, anche se tra poco potranno scaricare il fardello delle fogne su Alfa.

Tutto perfetto, tutto pronto per lanciare dei nuovi ‘faremo’, validi a tenere buoni gli elettori. Ma i conti tornano?

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127