Luino | 22 Novembre 2018

Luino, il comune licenzia dipendente. “Furti di denaro dalla cassa unica”

Il sindaco Pellicini: "Un mese fa abbiamo presentato denuncia querela ai Carabinieri. Esprimo il mio più profondo rammarico, ci costituiremo parte civile"

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Era da giorni che in paese, soprattutto tra i genitori dei ragazzi delle scuole elementari e medie di Luino, circolavano voci insistenti su indagini in corso all’interno del comune. I Carabinieri della Compagnia di Luino, infatti, in queste settimane, hanno chiamato numerose mamme e papà a testimoniare su alcuni pagamenti effettuati presso le casse del Municipio.

Il problema, infatti, è sorto dopo l’aumento del costo dei buoni pasti e i successivi controlli effettuati da parte dei dipendenti comunali e da giorni, anche nella giornata di oggi, i Carabinieri stanno effettuando verifiche all’interno del Municipio, ascoltando i dipendenti comunali. Qui sono stati riscontrati diversi ammanchi di denaro.

A spiegarlo è oggi il sindaco di Luino Andrea Pellicini, che interviene sulla questione: “L’amministrazione comunale, circa un mese fa, ha presentato una denuncia querela all’Arma dei Carabinieri nei confronti di un dipendente del Comune di Luino, resosi responsabile di furti di somme di denaro dalla Cassa Unica dell’Ente. Alla denuncia è poi seguito l’inevitabile licenziamento di questa persona”.

“La Giunta – continua il primo cittadino – ha già attivato le procedure necessarie finalizzate al recupero delle somme sottratte e il Comune di Luino, nel procedimento penale che seguirà, si costituirà parte civile per reclamare il risarcimento di tutti i danni subiti. Esprimo, unitamente ai componenti della giunta comunale, il profondo rammarico per quanto accaduto e mi riservo, al termine delle indagini ancora in corso, di relazionare in merito i competenti organi consigliari e la cittadinanza”.

Da sottolineare, per correttezza, che nessun altro funzionario o dipendente comunale è coinvolto in questa incresciosa vicenda. Nient’altro trapela dal Palazzo, le indagini sono in corso e soltanto la Procura della Repubblica di Varese, a tempo debito, renderà noto quanto avvenuto, ricostruendo nel dettaglio la situazione.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127