Curiglia con Monteviasco | 6 Gennaio 2019

L’elicottero arriva a Monteviasco e ridà ossigeno al borgo

Nel frattempo, ieri sera, su Malpensa24, la consigliera provinciale ai Trasporti Paola Reguzzoni ha annunciato il ripristino della funivia nelle prossime settimane

L'elicottero arriva a Monteviasco e ridà ossigeno al borgo
Tempo medio di lettura: 3 minuti

Dopo le polemiche degli scorsi giorni, la piccola Monteviasco torna a respirare. È da novembre, infatti, che il piccolo borgo di montagna è isolato dal resto del mondo, a causa del tragico incidente che ha visto Silvano Dellea, il 60enne manutentore, perdere la vita.

Se le indagini per accertare la verità e stabilire eventuali responsabilità stanno andando avanti, a rimanere bloccata, infatti, è la funivia che, nonostante il dissequestro delle scorse settimane, non può mettersi in moto se non prima l’Ustif (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi) completerà le verifiche e indicherà gli interventi da effettuare per la sicurezza dell’impianto di risalita.

Così giovedì era stato Roberto Tosi, gestore del “Vecchio Circolo” a lanciare l’allarme, a causa dell’impossibilità di portare a Monteviasco beni di prima necessità, fondamentali per tenere aperto il ristorante, e denunciando anche il degrado presente nella località, con un grande quantitativo di spazzatura lungo le stradine. Roberto, allora, aveva indicato come ultima data di apertura oggi, giorno dell’Epifania, per la carenza di attrezzature ed alimenti.

A raccogliere il grido d’allarme, però, è stato un cittadino luinese, Gianfranco Cipriano che, a titolo personale ha voluto mettere in piedi un’iniziativa utile per tutto il borgo: ieri, infatti, insieme ad altre sensibilità territoriali ha noleggiato un elicottero di Volitalia, azienda esperta in questo tipo di trasporto, per portar giù la spazzatura e caricare l’aeromobile di bombole di gas, sacchi di pellet, casse di vino e olio e alimenti vari. Tre viaggi, per un totale di un’ora abbondante di operazione, grazie ai volontari presenti a Piero e a Monteviasco, tra cui anche il sindaco di Curiglia Ambrogio Rossi.

Ora abbiamo dato ossigeno al paesino, che è stato ripulito dall’immondizia – racconta Gianfranco Cipriano al termine della giornata -. Abbiamo portato su riserve a Roberto e Barbara, utili per qualche tempo, e auspichiamo che questa iniziativa sia la miccia per far accendere anche nelle istituzioni la speranza di garantire il futuro a Monteviasco: Comunità Montana, Provincia e Regione, insieme per aiutare il territorio. Il nostro è stato un gesto che si vuole affiancare in tutti i modi all’attività e all’impegno profusi dal sindaco, dai volontari e dalle forze dell’ordine che stanno sostenendo il borgo cercando di ammortizzare i tempi della burocrazia. Abbiamo voluto abbracciare così la piccola comunità di Monteviasco, perché nonostante tutti i problemi riescono a mantenere vivo un posto così suggestivo in condizioni precarie e difficili”.

Nel frattempo, ieri sera, su Malpensa24, dopo il lavoro dell’elicottero, la consigliera provinciale ai Trasporti, Paola Reguzzoni, ha annunciato la riapertura della funivia nelle prossime settimane. La gestione sarà affidata all’Avt, la società partecipata del Comune di Varese che già si occupa della funicolare del Sacro Monte. “Abbiamo di fatto affidato la questione all’Agenzia di bacino del trasporto locale – spiega la consigliera provinciale ai Trasporti Paola Reguzzoni – la quale dovrà coordinare gli investimenti ancora necessari per mettere l’impianto nelle condizioni di tornare a fare servizio. Investimenti che, pur non avendoli ancora quantificati, non dovrebbero essere eccessivi e che permetteranno così alla funivia di essere allineata con tutte le prescrizioni previste per essere a norma. Non solo. Abbiamo anche trovato un’intesa per la gestione, che dovrebbe essere portata avanti dall’Avt di Varese. L’obiettivo è stringere i tempi e far ripartire l’impianto entro la fine di gennaio”.

Così, dopo poche ore dalle operazioni dell’elicottero, un primo annuncio a livello istituzionale, con la speranza che realmente la funivia possa tornare in funzione nelle prossime settimane. Si andrebbero a bruciare i tempi per la riattivazione dell’impianto di risalita che, stando a quanto veniva annunciato dal consigliere regionale Giacomo Cosentino a dicembre, sembrava non potesse riaccendersi prima di alcuni mesi. Sarebbe un bel risultato per tutto il territorio.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127