EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 23 Ottobre 2018

“Biviglione? In consiglio comunale le criticità del borgo già nel 2012, quando ero in maggioranza”

A replicare alle parole di Andrea Pellicini, è il consigliere comunale di minoranza, Pietro Agostinelli. "Il sindaco vada a Biviglione, non è cambiato nulla da allora"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo le critiche al comune da parte dei cittadini di Biviglione sullo stato di abbandono della frazione, tra problemi con l’acqua sporca che scende dai rubinetti e tanti piccoli pericoli lungo le strade per raggiungere il borgo di montagna, erano intervenuti sia i consiglieri di minoranza (Franco Compagnoni, Enrica Nogara, Pietro Agostinelli e Giovanni Petrotta), sia il sindaco di Luino Andrea Pellicini, che ha replicato alle loro parole. Grande clamore, inoltre, aveva suscitato la proposta dell’assessore di Cremenaga, Mirko Provini, di annettere Biviglione al paese che rappresenta.

Oggi, però, a tornare a batter cassa è il consigliere di minoranza, Pietro Agostinelli, che non ci sta a sentirsi dire dal sindaco che “l’intervento dei consiglieri di minoranza è fuorviante”. “Non ci sto – spiega Agostinelli -. Non c’è nulla di fuorviante. I problemi che abbiamo raccolto dai cittadini sono i medesimi da tempo e, periodicamente, vengono fuori. Sempre gli stessi. I piccoli lavori urgenti di manutenzione ordinaria sono stati fatti subito dopo l’uscita della notizia sui quotidiani locali ‘LuinoNotizie’ e ‘Prealpina’. Non si parla di opere di chissà quale valore economico, ma solo lavori per rendere
presentabile e sicura la frazione di Biviglione, evitando di dare la sensazione a questi concittadini luinesi di sentirsi abbandonati dal Comune, come hanno dichiarato loro stessi alla stampa”.

“Ricordo al sindaco – continua ancora Agostinelli – che le prime segnalazioni sullo stato di abbandono le ho fatte con l’ex consigliere comunale Vittorio Sarchi, nel 2012, quando sedevo ancora tra i banchi della maggioranza, proprio al fianco di Pellicini. Ne ho fatte altre, poi, nel 2014, nel 2015 e nel 2018. Nel 2014, però, ricordo al sindaco che mi scriveva in una risposta ad un’interrogazione: bene, mi ringraziava per la segnalazione e informava di aver inviato tutto il materiale fornitogli al Servizio Manutenzioni affinché, nell’ambito della programmazione degli interventi sul territorio comunale, tenessero conto della nostra indicazione. Oggi, ad ottobre 2018, possiamo dire che è cambiato ben poco, se non le strisce dei parcheggi fatte dopo quattro anni e l’installazione delle colonnine antincendio, dopo la mia segnalazione”.

Il sindaco, però, negli scorsi giorni ha dato “la sua massima disponibilità a tutta la comunità del borgo per affrontare le questioni sollevate, invitandoli in comune per far ripartire da subito un confronto costruttivo”. In ogni caso, allo stato attuale, le critiche e le polemiche non si spengono, e probabilmente continueranno fino a che non saranno risolte tutte le criticità. “A chiederlo, a gran voce, sono le poche decine di residenti di Biviglione – conclude Agostinelli -. Non occorre però che i cittadini vadano in comune, basta informare il consigliere delegato alle frazioni, Alberto Baldioli, oppure tutti gli altri consiglieri, che sono la voce dei luinesi”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127