EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 19 Ottobre 2018

Biviglione abbandonata? “Non solo Palazzo Verbania, la giunta ha l’obbligo di interessarsi”

Ad intervenire oggi, sulle criticità del borgo di montagna, sono i consiglieri di minoranza Enrica Nogara, Franco Compagnoni, Pietro Agostinelli e Giovanni Petrotta

Tempo medio di lettura: 2 minuti

I problemi della frazione di Biviglione, raccontati negli scorsi giorni, hanno creato non poco scalpore in tutto il territorio luinese, che ha raccolto anche la proposta dell’assessore di Cremenaga, Mirko Provini, che ha lanciato l’idea di annettere il piccolo borgo di montagna al proprio paese.

Oggi, però, ad intervenire sono i consiglieri di minoranza Enrica Nogara, Franco Compagnoni, Pietro Agostinelli e Giovanni Petrotta, che prendono le difese degli abitanti di Biviglione, chiedendo un maggiore attenzione al territorio di periferia alla giunta comunale, indirizzando un appello al sindaco Andrea Pellicini e al vicesindaco Alessandro Casali.

“Abbiamo letto dei tanti disagi e difficoltà che stanno affrontando i cittadini della frazione di Biviglione – spiegano i consiglieri di minoranza -. Come minoranza, in maniera compatta, ci schieriamo accanto a questi luinesi, perché luinesi sono. Non sono di un altro paese ed hanno ragione a rivendicare il loro diritto di avere acqua pulita che esca dai rubinetti, ad avere le strade in ordine e l’erba tagliata al loro cimitero. Diciamo di più: proprio perché parliamo di una frazione crediamo ci debba essere maggiore cura perché non hanno i servizi accanto alla porta di casa”.

“Noi andremo volentieri a fare quel brindisi provocatorio che hanno detto – continuano i rappresentanti di opposizione -, per dimostrare che di loro ci siamo interessati e continueremo a farlo ognuno nel proprio ambito. Citiamo per la costanza il lavoro di Enrica Nogara per la parte più sociale ma tutti abbiamo fatto da portavoce con le Istituzioni. Abbiamo fatto interrogazioni su Biviglione, alcune negli anni scorsi, le ultime a maggio 2018″.

“Rete 55 ha mandato in onda già nel lontano 18 agosto 2015 un servizio, che in questi giorni sta facendo il giro sui telefonini, dei problemi che a distanza di tre anni l’amministrazione non ha risolto tanto che la stampa è uscita sugli stessi identici problemi – spiegano ancora -. Ci sono persone anziane, disabili, persone malate, bambini appena nati, è una piccola comunità di cui il sindaco Andrea Pellicini, l’assessore alla manutenzione Alessandro Casali ed il resto della Giunta hanno l’obbligo di interessarsi, anche perché sono i responsabili primi della salute pubblica di tutti i cittadini, per citare l’argomento acqua sporca. Biviglione è nascosta, hanno ragione loro, non dà la stessa visibilità del restauro di Palazzo Verbania o di un concerto sul lungolago ma crediamo che prima di queste cose, i soldi l’Amministrazione debba impiegarli per i propri cittadini, per i beni essenziali alla vita: acqua, viabilità, sicurezza, pulizia”.

Chiediamo alla Giunta uno scatto d’orgoglio – concludono i consiglieri di minoranza -, vadano tutti a vedere cosa è in questi giorni Biviglione e non dicano che non sapevano nulla. Basterebbe leggere le interrogazioni che abbiamo depositato, o ascoltare le segnalazioni che facciamo in consiglio comunale”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127