Luino | 30 Settembre 2018

Tante novità per il mercato di Luino. Il comune approva il nuovo regolamento

Il plauso da parte della minoranza presente in consiglio comunale verso l'assessore Alessandra Miglio e la comandante della Polizia Locale di Luino Elvira Ippoliti

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Un bel lavoro di sintesi grazie all’ascolto dei diretti interessati, gli ambulanti del mercato, e al confronto con le parti, per migliorare la situazione del mercato di Luino. Questi gli elementi che hanno portato all’approvazione del nuovo “Regolamento comunale per la disciplina dell’esercizio del commercio sulle aree pubbliche“.

E, così, dopo l’approvazione del regolamento comunale sul contrasto al gioco d’azzardo patologico, con le limitazioni di orario sulle “macchinette mangiasoldi”, che hanno innescato tante polemiche in paese ancor prima della pubblicazione dell’ordinanza, nella seduta di consiglio comunale di venerdì sera, l’assessora allo Sviluppo Economico, Alessandra Miglio, ha presentato il nuovo regolamento, redatto dalla comandante della Polizia Locale Elvira Ippoliti, che è stato approvato all’unanimità dei presenti.

“Abbiamo riconosciuto agli ambulanti il lavoro svolto in questi anni – afferma l’assessora Miglio -, assegnando ai più meritevoli un posteggio più adeguato. Tutte le modifiche sono state concordate in commissione e ci permettono, in primo luogo, di risolvere una grande criticità, vale a dire quella di cominciare il riordino del conferimento dei rifiuti, a vantaggio di tutti, dei residenti e degli ambulanti”.

Il nuovo regolamento è stato accolto favorevolmente dalla minoranza, con il plauso dei consiglieri Giuseppe Taldone e Franco Compagnoni, perchè le nuove norme andranno a migliorare la situazione attuale. Uno stoccata ai cittadini incivili e maleducati, invece, arriva direttamente dal consigliere di maggioranza, Alberto Baldioli, che ha visto all’assessore maggior controlli, soprattutto il mercoledì, quando probabilmente oltre agli ambulanti anche qualche cittadino ne approfitta e butta i rifiuti negli spazi degli ambulanti.

Il regolamento è passato all’unanimità, ed ecco cosa andrà a modificare:
la concessione per i produttori è rilasciata il giorno di mercato settimanale al quale intendono partecipare, sulla base della graduatoria di spunta riservata agli agricoltori;
– ai fini della validità della partecipazione per l’assegnazione giornaliera dei posteggi vacanti nel mercato, è necessaria la presenza del titolare dell’impresa commerciale e, in caso di società, del legale rappresentante o dei singoli soci dotati di poteri di rappresentanza e dei dipendenti purché risultino nella carta di esercizio. É consentita la presenza del collaboratore famigliare purché quest’ultimo la dichiari presso il Comando Polizia Locale il giorno stesso in cui è presente, al fine di conteggiare il numero delle ore effettuate in qualità di collaboratore;
– per i concessionari di posteggio ubicato nel settore non alimentare, le attività di insediamento devono avvenire non prima delle ore 6,30 e non dopo le ore 8.30 con apertura non prima delle ore 7,00 e non dopo le ore 8,30;
– per i concessionari di posteggio ubicato nel settore alimentare ed i fioristi, le attività di insediamento devono avvenire non prima delle ore 5,30 e non dopo le ore 8.30 con apertura non prima delle ore 7,00;
– è ridotto il numero dei posteggi dell’area mercatale destinata ai fioristi da n. 8 a n. 7 a seguito della richiesta di un concessionario di unificazione di n. 2 posteggi;
il posteggio deve essere lasciato pulito e libero da qualsiasi rifiuto – la raccolta dei rifiuti deve essere effettuata in luoghi di accatastamento e assembramento individuati dall’amministrazione comunale;
sono vietati comportamenti scorretti, litigi e qualsiasi altro atto che disturbi il regolare svolgimento del mercato messo in atto dal titolare della concessione/autorizzazione o da un suo dipendente o collaboratore famigliare o persona presente per ogni titolo o ragione, la concessione/autorizzazione del posteggio può essere sospesa sino a tre giorni di mercato, sentita la Commissione Comunale – in caso di comportamento scorretto, litigi e qualsiasi altro atto che disturbi il regolare svolgimento del mercato, messo in atto dallo spuntista o da un suo dipendente o collaboratore famigliare o persona presente per ogni titolo o ragione. Quest’ultimo oltre al pagamento della sanzione amministrativa prevista potrà essere sospeso per n. 2 giorni di mercato settimanale per il quale è intenzionato a partecipare presentandosi presso il Comando di Polizia Locale ed apponendo la firma sul registro delle presenze;
gli spuntisti ai quali è stato assegnato temporaneamente un posteggio nella giornata di mercato settimanale debbono occupare il posteggio medesimo entro il termine di mezz’ora dal pagamento della occupazione giornaliera. Qualora lo spuntista non occupi entro mezz’ora il posteggio assegnato temporaneamente, perderà il diritto di partecipare al mercato settimanale e non potrà pretendere il rimborso del pagamento della occupazione giornaliera;
il numero minimo di presenze annuali per gli spuntisti è fissato in 26 con obbligo per l’ufficio competente dell’aggiornamento annuale.
– la vigilanza sullo svolgimento del commercio su aree pubbliche, l’osservanza del regolamento e la ricomposizione di dissidi tra operatori commerciali, dipendenti, collaboratori o persone presenti per qualsiasi motivo presso il banco vendita e frequentatori del mercato è affidata al Comando Polizia Locale;
la sospensione dell’utilizzo del posteggio è disposta dal responsabile dell’ufficio competente per un periodo massimo di venti giorni di calendario, nel caso in cui il titolare del posteggio abbia violato due volte le norme del presente regolamento. Qualora lo spuntista abbia violato due volte ogni norma del presente regolamento nell’arco solare è applicata la sanzione accessoria del divieto di partecipare alla spunta per due mercati settimanali ai quali si presenta per partecipare.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127