Germignaga | 2 gennaio 2018

Distrutte le luminarie sul San Giovanni, Germignaga si stringe attorno al Damin

Nella notte tra il 31 e il primo gennaio ignoti hanno danneggiato le luminarie natalizie. Centinaia i messaggi di solidarietà rivolti a tutto lo staff del locale

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Che le luminarie rendano tutta l’atmosfera natalizia magica tra le strade, lo si può vedere scorgendo i tanti sguardi dei bambini che, passeggiando con i loro genitori, si lasciano ammaliare dai colori e dagli scenari meravigliosi che si vengono a creare, soprattutto nelle ore notturne.

E proprio da questa volontà che lo staff del noto Bar Damin, del centro storico di Germignaga, per il terzo anno consecutivo ha voluto abbellire il letto del torrente San Giovanni, che passa proprio davanti al locale. Da una parete all’altra, infatti, le fatidiche “lucine di Natale”, fino alla notte di Capodanno, hanno abbellito il piccolo rigagnolo, molto apprezzato non solo dalla popolazione tutta, ma anche dai tanti fotografi del territorio che lo hanno immortalato spesso in queste settimane, con numerosi scatti pubblicati su Facebook.

Un’idea nata da Eurosia e dal marito Gianluca che, grazie al grande lavoro di Roberto ed Ivo, e con la collaborazione di Michela Nicoletti, è riuscita a concretizzarsi e a far diventare un angolo del paese un piccolo scorcio natalizio a dir poco affascinante e meraviglioso. Con tanto impegno, creatività e amore per il Natale, infatti, il torrente a partire da inizio dicembre ha ripreso vita, diventando un vero punto attrattivo di tutto l’Alto Varesotto.

La sera del 31, in occasione del tradizionale “Se brüsa ul Vécc”, migliaia le persone che si sono raccolte al Cantun, tra vin brulè e musica, per un momento di festa e di allegria, e per farsi gli auguri di buon anno.

Peccato che nella notte di San Silvestro, tra il 31 dicembre e il primo gennaio, ignoti hanno strappato, danneggiato e distrutto quelle splendide luminarie così tanto apprezzate dalla comunità luinese. Tra loro a dispiacersi per l’accaduto, anche il sindaco Marco Fazio e il vicesindaco Emanuele Borin, che si scagliano contro queste “piccole” persone. Anche l’anno scorso, però, sempre a Capodanno, le luminarie erano state danneggiate, ma in maniera minore, tanto da non causarne il totale spegnimento. Ma questa volta è andata diversamente.

Su Facebook, così, è scoppiata l’indignazione delle persone, dopo la pubblicazione di un post, nella tarda serata di ieri, da parte di Eurosia, che raccontava l’accaduto. “Grazie a chi stanotte (ndr, ieri) ha deciso di spegnere i riflettori sul meraviglioso scenario del torrente illuminato. Davvero Grazie! Ci siamo resi maggiormente conto di quanto fosse bello, ora che è tutto spento. Cerchiamo di cogliere sempre il positivo. E ci stringiamo al dolore di queste povere anime ancora senza un perchè nella loro misera vita. Buon anno a tutti e soprattutto agli artefici… che il 2018 vi porti tutto quello di cui siete ancora sprovvisti”.

Inutile, quindi, aggiungere altro ad un fatto così tanto “triste”. Puntiamo solo, oggi, a mettere in luce i piccoli ma grandi aspetti positivi della vicenda. Tante persone hanno scritto allo staff del Damin, confessando loro che passavano appositamente per far vedere il fiume illuminato ai piccoli, per sentire un po’ di serenità e anche solo per provare un po’ di magia.

(Foto © Giuliana Aschei)

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127