EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 27 Dicembre 2020

#CULTURAinCOMUNE, alla scoperta del borgo di Colmegna e della “Torretta”

Seconda puntata con la rubrica in collaborazione con il Comune: realtà e storie da quella che negli anni ‘50 veniva definita "la piccola Sanremo del Lago Maggiore"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Le proposte presentate all’Ufficio Cultura del Comune di Luino, per la rubrica “#CULTURAinCOMUNE”, sono espressione di una vasto progetto di rilancio culturale, storico e turistico anche della ridente frazione di Colmegna che, negli anni ‘50, veniva pomposamente definita «la piccola Sanremo del Lago Maggiore».

Vi contribuiscono  unitariamente, pur mantenendo la propria identità, tre gruppi che operano in paese: l’Associazione Culturale «Saltamartin«, di cui è presidente Marco Lecchi, l’Associazione «Amici di Nzong» gestita con grande passione da Gabriella Luini Casnedi e il locale Gruppo Alpini di cui è referente Doriano Canton.

Più recente è la costituzione del Gruppo «Amici della Torretta», nato dagli aperitivi letterari organizzati da una discendente della Casata Cenni-Cantù, Silvana Loi.

Molteplici sono state in questi anni le manifestazioni che hanno vivacizzato la vita del paese, dalle tradizionali feste di S. Caterina, alle sagre alpine, all’allestimento del presepe e dell’albero di Natale sul lungolago, dai mercatini e dalle mostre  fotografiche per far rivivere soprattutto un  passato remoto, dalla pubblicazione di un artistico calendario con scorci panoramici e opere pittoriche.

E come non ricordare la rievocazione storica dello sbarco della nobildonna Laura Solera Mantegazza che dalla sua villa «La Sabbioncella» di Cannero, nel 1848 sarebbe approdata a Colmegna per portare in salvo i feriti garibaldini acquartierati in «Pian de Bonga»?

Una comunità tuttavia non ripiegata su stessa, come attestano le numerose iniziative organizzate dagli «Amici di Nzong» che in un villaggio sperduto del Camerun hanno finanziato, anche col supporto di altre organizzazioni filantropiche, lo scavo di pozzi e soprattutto la costruzione di una scuola che ospita più di 100 alunni.

Colmegna è stata nel tempo terra di approdi. Qui soggiornarono  personalità insigni, dal pittore Raffaele Casnedi, ai pittori e storici Quinto, Italo e Franco Cenni, Angelo e Pino Cantù, dai musicisti Giuseppe Cantù, 2° oboe alla Scala di Milano, al compositore Agostino Cantù. Nativo di Colmegna è anche il prof. Guido Petter, fondatore della facoltà di Psicologia dell’età evolutiva nell’Università di Padova, massimo studioso di Piaget, autore di un numero straordinario di saggi e di libri di narrativa riguardanti in particolare il nostro territorio.

Per un approfondimento di queste informazioni può essere consultato il sito www.colmegnaluino.it gestito dal tecnico informatico Oliviero Baroni, grande collezionista di foto antiche.

Ecco i video:
Torretta di Colmegna parte 1
Torretta di Colmegna parte 2
Torretta di Colmegna parte 3

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127