EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lago di Lugano | 21 Ottobre 2020

Il lago Ceresio protagonista di “Disconnessi on the road” su Italia 1

L'ultima puntata del programma di Italia1, in onda venerdì alle 23.30, sarà dedicata al lago di Lugano e anticiperà anche un nuovo progetto dell'Autorità di Bacino

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Disconnessi on the road” fa tappa sul Ceresio: la nuova trasmissione di Italia 1 dedicherà infatti l’ultima puntata di stagione al lago di Lugano e alle Grotte di Rescia. Partendo da Milano Giulia Salemi, Paola di Benedetto e Paolo Ciavarro, i conduttori della trasmissione, mostreranno al grande pubblico questo “paradiso dietro l’angolo” venerdì 23 ottobre alle ore 23.30.

La prima tappa prevede la visita delle Grotte naturali turistiche di Rescia con la cascata di Santa Giulia, alta circa 70 metri per poi scoprire una delle tante spiaggette selvagge del versante sud orientale di Claino con Osteno da cui ammirare il tramonto che si riflette dalle vallate mozzafiato circostanti. Si tratta di località situate sulle sponde del Ceresio in provincia di Como, di fronte a quelle di sapore “fogazzariano”, nelle quali è ambientato il romanzo Piccolo mondo antico.

“È un’opportunità che dà una nuova spinta e vitalità al nostro lago, destinazione turistica che, proprio nella passata stagione estiva, è stata tra le più gettonate. Un territorio incontaminato immerso nel verde e in un contesto unico”, commenta Giovanni Bernasconi, Vice Presidente dell’Autorità di Bacino lacuale del Ceresio, Piano e Ghirla. “Con Disconnessi on the road andiamo a toccare un nuovo pubblico, quello dei Millennials, un target sul quale puntiamo sempre perché animano il territorio. L’offerta turistica e il divertimento non mancano, dobbiamo concentrare le forze anche su questo pubblico”.

Le sette Grotte di Rescia, unite in un unico complesso agli inizi del ‘900, si snodano lungo un percorso turistico di 500 metri, alle pendici dei monti. Queste caverne, già dal ‘700, sono meta di turisti provenienti da tutta Europa, rappresentano una rarità a livello nazionale e ciò in relazione alla loro origine: si tratta, infatti, di cavità originate all’interno di colate di travertino, conosciuto impropriamente come “tufo”. L’azione dell’acqua, perdurata nel corso degli anni, ha scavato una serie di vuoti nel travertino depositandovi spettacolari concrezioni.

“Le Grotte rappresentano un itinerario turistico apprezzato da un pubblico sia italiano che straniero in quanto offrono un contesto naturale unico, introvabile in tutta la provincia di Como”, spiega Melania Pizzagalli, proprietaria del complesso naturale. “Ho apprezzato molto che il Lago Ceresio/Lago di Lugano sia andato in scena perché è un territorio che merita grande attenzione per l’offerta turistica che offre“.

Il programma di Italia 1 anticipa un nuovo progetto che l’Autorità di Bacino lacuale del Ceresio, Piano e Ghirla presenterà la prossima settimana alla Fiera “I Viaggiatori” in programma al polo fieristico di Lugano dal 28 ottobre al 1° novembre.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127