Luino | 16 Settembre 2020

“#luinesi”, “Ecco la città del futuro tra viabilità, sicurezza, turismo e servizi”

Il candidato sindaco Alessandro Casali illustra il piano dello sviluppo economico per centro, frazioni, cittadini e visitatori. "Più confronto grazie alle Consulte"

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Luino deve crescere, merita di crescere e il compito di una buona amministrazione è proprio quello di non perdere di vista questo obiettivo: è evidente che lo sviluppo economico della città non potrà essere sostenuto dalla grande industria, per cui dobbiamo lavorare per sostenere nel medio e lungo periodo i settori del terziario, del commercio, del turismo e dei servizi”.

Con queste parole il candidato sindaco della lista “#luinesi”, nonché vicesindaco uscente, Alessandro Casali, apre una riflessione su uno dei principali punti trattati nella serata di lunedì durante il dibattito tra capilista, che ha proiettato l’attuale campagna elettorale nella sua fase decisiva in vista del voto del 20 e 21 settembre.

Il tema dello sviluppo economico della città è ovviamente centrale per tutte e quattro le liste che si sono candidate a raccogliere l’eredità di Andrea Pellicini, e anche per “#luinesi” andrà affrontato, in caso di vittoria, seguendo una precisa linea legata ad una proposta concreta che ruota attorno ad un concetto chiave: il coinvolgimento.

“Ci supporterà in questo lavoro la Consulta per il Turismo e Mercato Storico – spiega Casali – una struttura prevista dal nostro programma elettorale che sarà composta da uno o due rappresentanti per ciascuna categoria di commercianti, da un operatore del settore turistico alberghiero ed eventualmente da un rappresentante di Ascom. Sarà presieduta dall’assessore al Turismo e Attività Produttive, e coordinata da un segretario nominato al suo interno. La Consulta sarà chiamata a fornire indirizzi e proposte sulle possibili scelte di sviluppo del commercio luinese e dell’accoglienza, anche in riferimento al mercato storico cittadino del mercoledì”.

L’approccio al turismo, nella visione di “#luinesi” e del suo candidato alla carica di primo cittadino, si coniuga poi con altri due aspetti che nella quotidianità occupano certamente un ruolo di rilievo: la sicurezza e la viabilità. In strada, per le vie della città, nei pressi dei luoghi pubblici e in occasione di manifestazioni ed eventi che raccolgono grandi adesioni e partecipazione, come appunto il mercato settimanale.

Luino è bellissima ma è difficile da raggiungere – prosegue Casali -. Sicuramente uno dei problemi su cui ancora si deve lavorare molto è quello dei collegamenti. La soluzione possiamo trovarla parlando con gli enti superiori, come ferrovie, Navigazione Lago Maggiore, Anas… Anche in questo caso la politica può fare molto e i canali che abbiamo già aperto con i politici di riferimento, sono un vantaggio concreto da non sottovalutare”.

Tre nello specifico i punti attorno ai quali il vicesindaco uscente intende costruire una svolta: “Per prima cosa, se dovessi diventare sindaco, non vorrei chiudere i cinque anni di amministrazione senza aver risolto il problema del ponte sul Tresa tra Luino e Germignaga. Siamo riusciti a spostare la caserma dei Vigili del Fuoco, anche grazie alla Lega, ma va risolto il problema in maniera definitiva. Secondo punto essenziale: è difficile incentivare il turismo se l’ultimo battello in partenza da Luino è alle 19.30. Interverremo per consentire almeno una corsa serale. Terzo, ma non meno importante, anzi. Luino merita un collegamento veloce e diretto con Milano. Parlare con l’ente preposto vorrà dire chiedere un incremento delle tratte passeggeri. Lo dobbiamo ai luinesi che studiano a Milano e ai luinesi che lavorano fuori sede”.

Anche la circolazione dei frontalieri è prioritaria e il dialogo, ancora una volta, è la via indicata dal candidato per ottenere significativi cambiamenti, interfacciandosi con i colleghi svizzeri, mediante tavoli istituzionali, al fine di giungere a precisi miglioramenti che impattino sulla qualità della vita di chi presta servizio oltre frontiera, per esempio stabilendo programmi di trasporto dedicati e strutturati appositamente per consentire alle persone che lavorano otto ore al giorno oltre confine, di avere più tempo da dedicare alla famiglia, agli amici. Agli affetti.

“Un’altra cosa mi sta a cuore – specifica in conclusione Casali -. Se dicessi che immagino una Luino del futuro turistica, vivibile, sostenibile, economicamente stabile, direi sicuramente una verità che però è piuttosto scontata. Faremo sicuramente in modo che sia così. Forse sarebbe più vero dire che vedo la Luino del futuro con una marcia in più, una città turistica votata all’accoglienza, una città più internazionale, orgoglio dei suoi cittadini tutti, dal centro alle frazioni. Perché tutti ne avranno giovamento”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127