Luino | 15 Settembre 2020

Elezioni a Luino, la sfida dei quattro candidati sindaci accende Palazzo Verbania

Ieri sera il confronto pubblico tra i contendenti alla guida del Comune lacustre: tante tematiche toccate nel question-time e anche qualche piccolo scambio di stoccate

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Quattro candidati a confronto alla vigilia del voto del prossimo fine settimana, un’atmosfera certamente elettrica e piena di curiosità per tutti coloro che hanno assistito alla serata – dentro e fuori Palazzo Verbania e in streaming attraverso i nostri canali social: questo è stato l’incontro pubblico tra gli aspiranti sindaci della città di Luino che si è svolto nella serata di ieri, lunedì 14 settembre, nella splendida cornice dell’ex Kursaal, sulle sponde del Verbano.

Enrico Bianchi (Proposta per Luino), Franco Compagnoni (Sogno di Frontiera), Alessandro Casali (#luinesi) e Furio Artoni (Azione civica per Luino e frazioni) si sono confrontati in un question-time con sette domande relative ad alcuni temi chiave per la campagna elettorale e per l’intera città, alle quali è stato richiesto di rispondere entro un tempo limite di due minuti a testa.

Qualche difficoltà nel rispettare le tempistiche c’è stata, ma sono stati comunque tanti gli argomenti toccati, con risposte che in molti casi – nonostante le ovvie differenze di idee alla base di ogni lista – hanno mostrato anche punti di incontro tra i vari candidati: lo sguardo puntato sulla città, sulle sue esigenze e sulle sue problematiche è sicuramente un’attenzione comune – seppur declinata in diverse modalità – dimostrata da tutti quanti.

Artoni, Bianchi, Casali e Compagnoni si sono quindi confrontati su cultura, ambiente e frazioni – quest’ultimo tema centrale affrontato da tutti e quattro i programmi elettorali, chi puntando sul coinvolgimento attivo dei residenti, chi sulla riqualificazione e sulla risoluzione dei tanti problemi che le affliggono – ma anche sull’aspetto economico e turistico, entrambi settori fondamentali che vedono nel mercato un centro dal quale partire per allargare il cerchio delle potenzialità che la città può offrire sia ai suoi abitanti sia ai tanti turisti che la frequentano.

Altro tema focale è stato quello relativo ad AlpTransit, sul quale tutti gli aspiranti sindaci hanno riconosciuto la necessità di partecipare ai tavoli delle trattative per portare di fronte agli interlocutori le esigenze della città all’interno di questo importante progetto di respiro internazionale. Oltre a questo, da tutti e quattro è emerso in modo molto forte – in risposta al conseguente aumento del traffico di merci su rotaia – il desiderio di mantenere, incrementare e migliorare anche il trasporto dei passeggeri (studenti e pendolari in particolar modo) verso Milano, con treni in grado di raggiungere il capoluogo lombardo in un’ora.

Qualche piccola schermaglia tra i contendenti, più o meno diretta, si è cominciata a vedere dopo i primi interventi, soprattutto per quanto riguarda quella che probabilmente è una delle questioni che i luinesi sentono maggiormente, ovvero quella dell’ospedale: una situazione delicata che si protrae ormai da anni, quella del Luini-Confalonieri, e per la quale c’è anche in questo caso la necessità di sedersi intorno a un tavolo e interloquire con gli enti preposti. Se da parte di Casali l’idea è – oltre agli interventi sulla struttura – quella di fare sistema con la “sanità del lago” insieme ai presidi di Cittiglio e Angera, dall’altra Artoni ha criticato anche piuttosto duramente la gestione regionale di questi ultimi anni che, concentrando i servizi nei poli più grandi, ha messo in difficoltà i centri più piccoli come quello luinese. Compagnoni e Bianchi, invece, hanno voluto esprimere la necessità di una riorganizzazione interna al nosocomio luinese che consenta sia una maggiore continuità lavorativa sia una connessione più profonda con la sanità territoriale.

In conclusione non sono mancate neanche stoccate dalla sfumatura più prettamente politica, ma nel complesso il confronto tra i quattro candidati in lizza per la guida di Palazzo Serbelloni si è rivelato equilibrato e caratterizzato da toni pacati anche durante i momenti di maggiore tensione. Ora toccherà ai luinesi esprimere la propria preferenza verso l’uno o l’altro recandosi alle urne tra domenica 20 e lunedì 21 settembre: l’attesa per conoscere chi guiderà la cittadina lacustre per i prossimi cinque anni cresce sempre di più.

Ecco la diretta integrale del confronto pubblico di ieri sera.

Luino, incontro pubblico con i candidati sindaci

A meno di una settimana dal voto i candidati sindaci intervistati dal direttore di LuinoNotizie e VareseNews

Gepostet von LuinoNotizie am Montag, 14. September 2020

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127