EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 28 Agosto 2020

La Comunità Operosa Alto Verbano incontra il candidato sindaco di “Proposta per Luino”

Un interessante confronto su dieci proposte concrete per una politica del bene comune nel territorio luinese: Enrico Bianchi si dichiara d'accordo con tutti i punti

La Comunità Operosa Alto Verbano incontra il candidato sindaco di
Tempo medio di lettura: 3 minuti

– Articolo a cura di Gianfranco Malagola, per la Comunità Operosa Alto Verbano – 

Nel Maggio del 2019 23 realtà del mondo del Volontariato, della Scuola e del Terzo Settore dell’Alto Verbano hanno unito le loro forze per creare la Comunità Operosa Alto Verbano ed affrontare insieme i complessi problemi del nostro tempo al fine di costruire nuovi modelli di convivenza basati su giustizia, solidarietà, condivisione, pace e nonviolenza.

In questi giorni, con entusiasmo, la Comunità Operosa ha accettato la richiesta del candidato sindaco della lista “Proposta per Luino” di incontrarsi per conoscere le proposte dell’associazione nell’ambito di una politica del bene comune.

E così, grazie alla ospitalità della CRI di Luino e Valli, nella sera di martedì 25 Agosto si è tenuto l’incontro tra il candidato sindaco Enrico Bianchi ed i rappresentanti delle realtà della Comunità Operosa, unitamente ai candidati consiglieri Elena Brocchieri, Sofia Focarete e Giuseppe Cutrì.

Il metodo adottato per il confronto è stato chiaro e semplice: la Comunità Operosa ha chiesto al candidato sindaco di esprimere il suo accordo o disaccordo su dieci punti ritenuti importanti per una visione politica sulle questioni sociali ed ambientali del territorio e quindi di impegnarsi, firmando l’accordo, nel portare avanti i punti in caso di elezione a Sindaco.

Ne è nato un vivace e costruttivo dibattito ove sono emerse le necessità del mondo del Volontariato che con passione, coraggio e tenacia porta avanti progetti che impegnano tantissime persone. Il primo punto affrontato è stata la necessità di istituire una delega ad un assessore/consigliere per essere il referente delle istanze delle associazioni ed evitare di perdersi nei meandri della Pubblica Amministrazione.

Si sono quindi illustrati molti punti riguardanti il problema dell’ambiente, con la richiesta di uno sportello per illustrare alla popolazione le possibilità offerte dall’ecobonus del 110% (progetto già avviato in collaborazione con la Rete per il Clima del Verbano), la richiesta di impegnarsi nella mobilità sostenibile con un parco macchine del Comune orientato a mezzi a basso impatto ambientale ed un sostegno al progetto Equostop, una maggiore attenzione all’impatto ambientale degli edifici e degli impianti di illuminazione stradale del Comune utilizzando il bando di Energy Performance Contracting, l’adozione del Piano di Azione per gli Appalti Verdi, un coinvolgimento nei futuri progetti di plastic free e di consumo sostenibile.

Si è affrontato anche il progetto della rigenerazione della Stazione Ferroviaria di Luino per fini sociali e culturali già studiato dalla CRI di Luino e Valli e sostenuto dalla Comunità Operosa. La Comunità ha inoltre chiesto una maggiore attenzione alle attività già in atto per la lotta allo spreco alimentare al fine gestire le eccedenze alimentari della grande e piccola distribuzione a favore delle famiglie che, specie in questo momento di emergenza sanitaria, hanno difficoltà ad acquistare il cibo.

Un punto particolarmente importante riguarda l’impegno a promuovere l’educazione ambientale nelle scuole, in collaborazione con i giovani del FFF Luino (Fridays For Future), ponendo al centro dell’attenzione il bambino e i suoi bisogni. Si è chiesto di promuovere la cultura degli alberi, piantando un albero per ogni bambino nato nel Comune.

Da ultimo, ricordando l’importanza e l’urgenza di attivarsi con buone pratiche nei Comuni per mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici, si è chiesto di firmare al più presto la Dichiarazione di Emergenza Climatica, già sottoscritta da molti comuni della zona, e di assumere un ruolo di guida per il territorio dell’Alto Verbano nell’ambito delle politiche di contrasto ai cambiamenti climatici.

Enrico Bianchi ha dichiarato, a nome della sua lista, di concordare con tutti e dieci i punti proposti e si è impegnato, firmando il documento della Comunità Operosa, a portarli avanti in caso di vittoria alle elezioni comunali. Ovviamente l’associazione è aperta al confronto con ogni candidato sindaco che voglia incontrarla per costruire un percorso di collaborazione verso una concreta politica per il bene comune.

Fanno parte della Comunità Operosa Alto Verbano le seguenti 23 realtà: A.GE.VA, Agrisol, Amici di Nzong, Anemos Lombardia, A.N.P.I, Asilo Mariuccia, Associazione Hortus, Associazione Solaris, Aisu verso Itaca, Banca del tempo, CAST, Chiesa Evangelica Valdese, GIM-TERREdiLAGO, Associazione Costruttori di Pace, CRI Comitato di Luino e Valli, Donnasicura ONLUS, Associazione la Gra’, Associazione le Ceppaie, Liceo Scientifico Vittorio Sereni, Infrormadsa Luino, Associazione Scout di Luino 1, SOMS, I.S.I.S. città di Luino Carlo Volontè”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127