Cassano Valcuvia | 21 Febbraio 2020

Cassano Valcuvia, Agrisol in cammino grazie ai valori fondanti della cooperativa

Due giorni di formazione professionale, sabato 9 febbraio e sabato 15 febbraio, che ha visto protagonisti i dipendenti della realtà di Caravate

Tempo medio di lettura: 3 minuti

(articolo di Cesi Colli) “Corso di formazione sulla professionalità? Sì! Sul valore e il pensiero di appartenenza ad una cooperativa? Perchè no?”. Forse questa domanda se la sono posta i dipendenti della Cooperativa Agrisol di Caravate, che sabato 9 febbraio e sabato 15 febbraio, nella verde cornice di Cassano Valcuvia, sono stati invitati a un corso sui valori cooperativi. La formazione è stata guidata dal dottor Maurizio Martegani, presidente della cooperativa Baobab.

E’ stato un evento che ha potuto offrire a tutti, oltre la formazione, anche un momento in cui incontrarsi, confrontarsi, conoscersi, fare gruppo, ha potuto dare un volto a tutti i componenti di questa cooperativa che vede gli aderenti lavorare in tante sedi e settori diversi.

E’ stata senza dubbio un’esperienza positiva, in quanto i dipendenti hanno avuto l’occasione di rivedere i valori fondanti della cooperativa, di confrontare con i colleghi il proprio bagaglio professionale e personale con scambi di opinione che sono diventati preziosa fonte di crescita: davanti a problematiche che davano ormai forse per scontate, hanno scoperto che i loro colleghi magari le affrontavano in modo diverso oppure con più grinta, dando così la possibilità di nuovi stimoli e potenziali diversi per affrontare il lavoro.

Il dottor Martegani ha per prima cosa invitato a riflettere su come gestire e far parte di una cooperativa non è semplice perché la cooperativa è un organismo complesso, che ha bisogno di armonia interna, stima e fiducia reciproca tra le persone che ne fanno parte. Vitalità e centro dell’incontro è stata una grossa lavagna, su cui ognuno, su invito del relatore, poteva liberamente scrivere le parole che i vari temi trattati gli suggerivano. Parole che, poi, alla fine risultavano dare un quadro completo di riflessione su ogni tematica.

E’ così risultato che essere cooperativa vuol dire lavorare insieme in modo professionale, condividendo il proprio punto di vista, le proprie informazioni e capacità per arrivare a un obiettivo comune; vuol dire essere persone che guardano in più direzioni, ognuna con le sue specificità, ma con lo scopo di fonderle per arrivare a una prospettiva condivisa; vuol dire essere persone dinamiche, sempre pronte ad accettare il cambiamento, che permette di misurarsi con le proprie forze, consentendo così di crescere e migliorare; vuol dire utilizzare l’esperienza acquisita, con lo sguardo, però, sempre volto al futuro per cercare un nuovo modo di essere per noi stessi e per le persone per cui lavoriamo.

E il singolo? Se lo scopo è di migliorare la cooperativa, occorre lavorare su di sé in modo continuo e costante; occorre fare il proprio lavoro con passione e responsabilità; occorre trovare un ambiente di lavoro che sia più coerente col proprio modo di essere, con la propria personalità; occorre sorprendere con la comprensione, la moderazione e la generosità; occorre sapere gestire il conflitto, riconoscerlo e mettere in campo tutto ciò che è necessario per superarlo; occorre dimenticare i torti subiti, rispondendo con quel sorriso che spiazza l’interlocutore e per questo non può che risolvere lo scontro; occorre essere coscienti di fare parte di un gruppo di lavoro, che è fluido perché le persone che lo costituiscono possono cambiare, ma in cui ognuno deve sempre mettersi in gioco per il fine comune; occorre rispettare sempre i ruoli che competano ad ognuno, riconoscendo il punto di riferimento dei responsabili.

Le parole di Mandela, pronunciate durante il suo insediamento a Pretoria, ascoltate in un filmato, hanno sintetizzato tutta la formazione: “Noi dobbiamo essere migliori. Dobbiamo sorprenderli con la comprensione, con la moderazione e con la generosità. È il momento di costruire questa nazione, usando ogni singolo mattone a nostra disposizione”. E’ questo anche per i dipendenti di Agrisol il momento di costruire una grande cooperativa, proprio nella difficile e faticosa dinamica di riconversione operativa e professionale che la realtà della società impone.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127