Luino | 31 Ottobre 2019

Luino, volantini diffamatori contro il vicesindaco Casali. “Chi sa qualcosa ci dia informazioni”

L'appello dal presidente del consiglio comunale Davide Cataldo, che si rivolge ai cittadini ed esprime solidarietà al collega: "La famiglia non c'entra con la politica"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Hanno un contenuto offensivo e diffamante i biglietti che ritraggono il vicesindaco di Luino Alessandro Casali e i suoi familiari, sparsi in vari punti della città negli ultimi giorni. I volti sono accompagnati da insulti irripetibili, e in seguito al ritrovamento del materiale – prodotto da persone non ancora identificate – sono state informate le forze dell’ordine.

L’episodio è stato citato anche durante il consiglio comunale di martedì sera, quando la minoranza ha espresso piena solidarietà nei confronti di Casali attraverso le parole del consigliere dem Enrica Nogara, che pure recentemente ha criticato il vicesindaco – nei limiti dialettici del confronto – per uno scatto che ritrae lo stesso in compagnia del leader leghista Matteo Salvini e del ticinese Roger Etter, fondatore di una associazione di estrema destra.

Forse l’assurdo e inqualificabile gesto di distribuire per la città volantini oltraggiosi e diffamatori nasce come squallida reazione a quella foto – peraltro risalente ad alcuni anni fa – ripresa anche dai quotidiani nazionali. Ma ad oggi non vi sono conferme al riguardo.

La notizia del ritrovamento dei biglietti ha scosso i colleghi amministratori, e questa mattina Palazzo Serbelloni ha emesso una nota a firma del presidente del consiglio comunale, Davide Cataldo, con cui viene rimarcata la solidarietà nei confronti di Casali, e con cui viene inoltre sottolineata la necessità di ristabilire un clima di sano confronto in vista della campagna elettorale ormai alle porte (le elezioni luinesi sono in calendario per la prossima primavera).

Quello che riportiamo di seguito è  il testo integrale della nota inoltrato alla nostra redazione.

Da qualche giorno vengono distribuiti per la città alcuni foglietti molto offensivi e diffamanti che riportano fotografie del vicesindaco Alessandro Casali e dei suoi familiari, accompagnate da insulti irripetibili.

Ritengo molto grave questo tipo di azioni spregevoli all’indirizzo della famiglia di un nostro amministratore pubblico, di un membro della giunta comunale e del consiglio che presiedo. Se è vero che in politica sono sbagliati gli attacchi personali verso un avversario, è altrettanto inaccettabile anche solo pensare di poterlo fare nei confronti dei suoi cari, totalmente estranei ai partiti e all’amministrazione comunale.

Voglio ringraziare pubblicamente tutte le forze politiche comunali che hanno preso le distanze da questi fatti diffamatori ed intimidatori, e che hanno espresso pubblicamente in seduta di consiglio solidarietà al vicesindaco e alla sua famiglia.

Approfitto per chiedere a tutti i cittadini che avessero notato qualcosa o che ritengono di poter fornire informazioni in merito a questa distribuzione di materiale diffamatorio, di mettersi in contatto con l’amministrazione comunale, oppure con le forze dell’ordine, già informate dell’accaduto.

L’augurio che faccio a tutti noi, ai politici locali e a tutta la città, è che quanto accaduto possa rimanere un singolo e spiacevolissimo episodio, e che l’imminente campagna elettorale per le amministrative 2020 sia condotta da tutte le forze politiche e dai candidati serenamente, come sempre è stato, senza mai dimenticare che al di là delle diverse vedute sul futuro di Luino, alla fine siamo tutti uomini, donne, figlie, figlie, padri e madri di famiglie luinesi.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127