EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 31 Ottobre 2019

Luino, i ragazzi protagonisti del teatro itinerante: il loro racconto dei “Martiri della Gera”

Una bella esperienza didattica e culturale quella vissuta dagli studenti di terza della Scuola Secondaria “Leonardo da Vinci” di Maccagno con Pino e Veddasca

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(articolo della Classe 3^ della Scuola Secondaria “Leonardo da Vinci” di Maccagno con Pino e Veddasca) Martedì 29 ottobre, alle ore 10.30, siamo partiti da Maccagno con alcuni dei nostri genitori e siamo andati a Luino presso Piazza Libertà, dove ci aspettavano i professori Federico Parini e Marzia Malesani e c’era anche una classe di Luino accompagnata dall’insegnante Petrotta Giovanni.

Ci siamo diretti verso il palazzo Verbania dove tre attori hanno iniziato a raccontarci in modo innovativo e intuitivo la storia d’amore tra un partigiano e la figlia di un fascista, raccontandola a tappe per renderla più coinvolgente e leggera.

Nella prima tappa ci hanno spiegato in che situazione politica era l’Italia, controllata dai fascisti e Mussolini. Ci siamo spostati davanti al ristorante giapponese, sul lungolago, dove ci hanno illustrato com’era la situazione dei partigiani, ovvero coloro che cercavano di combattere il fascismo. Successivamente ci siamo diretti verso il colorificio di Luino, all’inizio del centro storico, in via Felice Cavallotti nascosti sotto una galleria stretta e buia.

Qui il partigiano ha incontrato la sua ragazza, con cui intraprende un’accesa discussione, per via delle diverse idee politiche della famiglia della fanciulla. Come quarta tappa siamo andati nella casa che nel racconto doveva rappresentare l’abitazione della giovane ragazza, dove abbiamo assistito ad una lite tra il padre della fanciulla e il partigiano, che l’aveva riaccompagnata a casa. Il padre si è infuriato a tal punto da denunciarlo.

Col proseguire della storia, siamo andati in via Sereni, dove la ragazza si pente di non aver seguito il fidanzato e di non essere scappata con lui, ma di aver obbedito al padre, che gli aveva proibito di frequentare il partigiano. Come conclusione ci siamo spostati al parco Ferrini, dove la fanciulla viene a scoprire che i partigiani sono stati attaccati dai fascisti e alcuni di loro sono stati uccisi, mentre altri (come il suo fidanzato) sono stati catturati dai fascisti e fucilati in un posto nascosto.

Alla fine del percorso abbiamo scattato delle foto di gruppo con gli attori, che ci hanno fatto riflettere sulla guerra, sull’amore, sulle relazioni familiari. La storia è stata scritta dagli alunni di quinta liceo, sezione A, dell’anno scolastico 2018-2019 e il regista teatrale è Stefano Beghi. Alle 12.30 siamo tornati a Maccagno e secondo noi è stata una giornata bellissima, divertente, leggera ma soprattutto educativa.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127