Luino | 10 Settembre 2019

Luino, pendolare perde la coincidenza: “Inadeguate le comunicazioni”

Imprevisto per un viaggiatore di rientro a Maccagno, beffato da un cambio treno annunciato all'improvviso. La sua lettera alla redazione: "Situazioni inaccettabili"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Disagi e sorprese sono sempre dietro l’angolo per i pendolari della linea ferroviaria che collega l’alto Varesotto a Milano passando per Gallarate, la stessa linea che da mesi è al centro di lavori di ammodernamento, per i quali anche di recente Trenord ha comunicato l’entrata in vigore di ulteriori modifiche alla circolazione.

Testimone delle ennesime difficoltà e degli imprevisti che possono sorgere nel corso del viaggio, è un cittadino del Luinese reduce da un’esperienza poco piacevole capitatagli nei giorni scorsi durante il rientro a Maccagno.

L’episodio si è verificato sui binari della stazione di Luino, quasi a conclusione di un viaggio iniziato a Ternate, nuovo e provvisorio riferimento – come capolinea e punto di partenza – per tutti i convogli della linea. A Luino, quindi, un cambio treno non preventivato ha costretto il viaggiatore ad abbandonare improvvisamente il convoglio, senza però avere il tempo di individuare quello sostitutivo, che pochi istanti dopo era già in movimento.

La sua esperienza è descritta nel dettaglio all’interno della lettera inviata alla nostra redazione, della quale alleghiamo di seguito il testo.

Il treno, come da orario ufficiale Trenord, avrebbe dovuto proseguire per la Svizzera senza cambi a Luino, ma per motivi legati al materiale rotabile utilizzato (non era un treno ‘Flirt’ della TiLo), si è reso necessario effettuare il cambio a Luino per proseguire.

Sceso dal treno sono arrivato sul primo binario lato sud, e mi sono affrettato a capire dove poteva essere posizionato il TiLo per proseguire il viaggio fino a Maccagno. Ecco che in fondo al lato nord della stazione, sul primo binario tronco, vedevo il treno con il segnale di partenza già ‘aperto’.

Mi sono mosso verso quella direzione, correndo, ma il treno è ahimè partito prima che io riuscissi a salire. Molto arrabbiato ho fatto ritorno presso il treno arrivato da Ternate e lì ho protestato con il personale, il quale mi ha risposto che il loro compito è soltanto quello di far arrivare il treno a Luino.

Mi sono infine recato dal dirigente movimento per protestare del fatto che lui aveva autorizzato la partenza del TiLo per la Svizzera senza accertarsi che i passeggeri dell’altro mezzo avessero avuto il tempo di effettuare il cambio, e mi sono sentito rispondere che lui non aveva visto nessuno correre. Non ripeto poi cosa mi ha risposto dopo averlo apostrofato con un ‘vergogna’.

Ritengo inaccettabile che possano ancora verificarsi situazioni simili. Naturalmente, avendo perso l’ultimo treno per Maccagno, ho dovuto ‘arrangiarmi’ per arrivare a casa.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127