Arcisate | 21 Agosto 2019

Comunità Montana del Piambello, svelate tutte le deleghe degli assessori

Nominata vicepresidente vicaria Debora Lonardi, mentre il presidente Sartorio ha assegnato deleghe anche ad alcuni consiglieri. "Sarà fondamentale fare squadra"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A poco meno di un mese dall’elezione, il presidente della Comunità Montana del Piambello, Paolo Sartorio, ha reso noto negli scorsi giorni le attribuzioni delle deleghe ai componenti della giunta esecutiva, nominando anche Debora Lonardi vicepresidente vicario dell’ente.

Alla consigliera comunale di Clivio, nonché assessore della Comunità Montana, inoltre, è stata affidata la delega agli affari concernenti le politiche per la gestione e lo sviluppo del sito Unesco Monte San Giorgio. Al vicesindaco di Cugliate ed assessore Omar Algisi, invece, sono state confermate le deleghe alle politiche della protezione civile e del volontariato, Antincedio Boschivo (AIB) e Servizio Volontario di Vigilanza Ecologica (GEV).

Franco Pozzi, assessore di Porto Ceresio, ha ricevuto le deleghe alle politiche per la manutenzione del patrimonio, mentre infine Fabio Zagari, consigliere comunale di Arcisate, è stato delegato alla cultura e all’associazionismo.

Allo stesso tempo, con un altro decreto, il presidente Sartorio ha assegnato deleghe anche ad altri cinque consiglieri: a Stefano Bozzolo (consigliere di Marchirolo) la delega alla valorizzazione delle rete sentieristica ed escursionistica del territorio, a Massimo Mastromarino (sindaco di Lavena Ponte Tresa) la delega al frontalierato e alle problematiche di confine e a Jenny Santi (sindaca di Porto Ceresio) quella alla progettualità per la valorizzazione turistica del territorio.

Maurizio Frontali (sindaco di Marzio) poi è andata la gestione dei rapporti ed il coordinamento con gli enti competenti in materia venatoria e faunistica e l’ultima delega assegnata a Bruna Jardini (sindaca di Valganna) e riguarda la valorizzazione dell’ambito lacustre del territorio.

A spiegare la scelta di affidare deleghe anche ad altri consiglieri, è proprio il presidente: “La logica è quella di coinvolgere tutti e di lavorare in squadra, come ho già detto in assemblea e durante la riunione di giunta della scorsa settimana. Vi sono una vastità di temi che affrontiamo che la popolazione non ha sentore possano essere così complessi. Un esempio è quello che riguarda l’occuparsi del sentiero in cima a Sette Termini, al confine con Montegrino, delle piste ciclabili, degli incendi e anche del futuro dell’Ospedale di Cuasso”.

“Il lavoro da fare è enorme e per questo è necessario indirizzare bene il gruppo – conclude Sartorio -. Abbiamo gran desiderio di apprendere e impegnarci, attraverso una regia concordata con tutti, per un’amministrazione che dovrà avere necessariamente avere come faro la condivisioni di intenti e di competenze tra giunta e consiglieri”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127