Luino | 21 Luglio 2019

Il grande abbraccio di Palazzo Verbania al Bivacco “Città di Luino” e al CAI

Una sala gremita quella che ha ospitato venerdì sera la presentazione della struttura. Monito finale di Pierangelo Rossi: "Non abbandoniamo Monteviasco"

Un Palazzo Verbania delle grandi occasioni quello che venerdì sera ha ospitato la presentazione del Bivacco “Città di Luino”, dopo la recente riqualificazione che ha ampliato e sistemato la struttura, sita a 3600 metri a Macugnaga, grazie al lavoro del CAI Luino.

Diversi gli interventi della serata, moderata dal direttore di LuinoNotizie Agostino Nicolò: oltre al sindaco Andrea Pellicini, di Luino, e al collega Stefano Corsi, di Macugnaga, hanno preso la parola anche il presidente CAI Lombardia, Renato Aggio, don Sergio Zambenetti, che ha fatto parte alla spedizione a inizio luglio per l’inaugurazione in vetta, e il presidente del CAI Luino, Sergio Peduzzi, che già qualche giorno fa aveva espresso la sua gratitudine per i lavori portati a termine.

Tutti gli ospiti hanno parlato della loro esperienza in alta quota e hanno ringraziato i volontari del CAI che si sono spesi, anche in condizioni estreme, per realizzare in un luogo incantato un rifugio utile ad alpinisti ed appassionati, in qualsiasi situazione di bisogno, sia nell’emergenza, sia nei momenti in cui la stanchezza si fa sentire. Il rifugio, infatti, può ospitare fino ad otto persone, e sul tetto sono stati installati anche due pannelli solari, quindi non vi sono problemi neanche per la fornitura dell’elettricità.

A raccontare nel dettaglio il progetto, è stato uno dei protagonisti, l’ex presidente Adriano Rinaldin, che ha seguito dall’inizio i lavori, sia da un punto di vista pratico che dal punto di vista burocratico, aspetti di non secondaria importanza visto che le condizioni per operare a 3600 metri non erano agevoli, e il materiale per operare lassù era fondamentale.

Un plauso dal pubblico, inoltre, a chi ha permesso di realizzare questa opera così importante, è andato ai volontari del CAI Luino dopo i filmati proiettati in sala conferenza, con video e foto a testimonianza di un lavoro che è andato oltre la passione per la montagna, regalando a tutta la comunità di Macugnaga un luogo incantevole.

A far da cornice alla manifestazione il Coro Città di Luino, che ha aperto e chiuso la serata con alcuni canti tradizionali del loro repertorio legati al tema della montagna. Montagna che è stata protagonista dell’appello finale di Pierangelo Rossi, ex sindaco di Curiglia con Monteviasco e membro del Coro, al CAI Luino: “Non abbandoniamo Monteviasco, è un borgo che deve tornare a vivere e deve farlo anche grazie all’impegno del CAI”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127