Luino | 13 Giugno 2019

“Tanti problemi sulla linea Luino-Gallarate, in cosa consiste il cambio di passo della Regione?”

A denunciare la situazione, che ormai perdura da mesi, oltre i consueti problemi sulla tratta, sono i consiglieri di minoranza Enrica Nogara e Giovanni Petrotta

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La linea ferroviaria Luino-Gallarate continua ad essere al centro dell’attenzione dell’impegno dei consiglieri di minoranza del paese lacustre, Enrica Nogara e Giovanni Petrotta che, dopo aver presentato una mozione nell’ultima seduta di assemblea cittadina sulla tutela del trasporto pubblico, oggi intervengono nuovamente sui tanti disagi riguardanti la rete.

Già nello scorso gennaio, dopo le numerose segnalazioni arrivate dai cittadini in questi mesi, i due consiglieri dem avevano effettuato un sopralluogo in stazione, dove avevano evidenziato il degrado presente tra rifiuti ed escrementi, al quale il comune aveva risposto con la realizzazione di un impianto per allontanare i piccioni dall’atrio e dai corridoi interni.

L’auspicio era quello di risolvere le problematiche, ma a diversi mesi da allora la situazione è rimasta pressoché immutata. Dopo l’incontro che l’assessore ai Trasporti Alessandra Miglio ha avuto in Regione Lombardia, con l’assessore regionale, aveva riferito di aver notato un cambio di passo, vista la realizzazione di una bretella provvidenziale, quella che collega Laveno a Gallarate, tramite Sesto Calende e Vergiate, che limiterà l’uso degli autobus in questi mesi di lavori tra Ternate e Mornago e tra Sangiano e Laveno. Per la prossima primavera, inoltre, l’assessore ha riferito anche di aver parlato con i vertici regionali per implementare il servizio agli utenti con un convoglio speciale, discretamente veloce, per una corsa di ritorno in serata la domenica da Milano al lago Maggiore.

Questo, però, non basta ai consiglieri Nogara e Petrotta, che rincarano la dose: “Sostanzialmente – commentano i due dem -, in cosa consiste il cambio di passo di Regione? La stazione a noi sembra che, ancora oggi, versi nel degrado più assoluto e troviamo abbastanza indegno il fatto che i turisti scendano dal treno e si imbattano in una situazione di questo genere con rifiuti e escrementi ovunque. Anche sui social sono state pubblicate tante foto di cittadini che denunciano queste problematiche. Seriamente si pensa che un convoglio speciale, la domenica sera, possa essere fondamentale? Perché non si pensa agli interventi più urgenti da eseguire per un servizio che fa acqua da tutte le parti? Ultima questione, ma non meno importante: non ci sono spiragli in merito alle tariffe integrate e al biglietto unico sul territorio regionale. Quali sono le rassicurazioni per lavoratori e studenti? “.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127