Luino | 13 Marzo 2019

Luino, variante PGT: “Nell’area Ratti zero consumo del suolo, lago e paesaggio protagonisti”

Il sindaco Pellicini spegne le polemiche con la minoranza sulle tasse: "Certo che questa trasformazione porterà in città ingenti investimenti privati"

Luino, variante PGT:
Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il tema delle riqualificazioni delle aree centrale di Luino è ormai da anni al centro del dibattito, non solo politico ma anche tra i cittadini. Sono tanti, infatti, gli spazi privati e pubblici attualmente inutilizzati, dall’area ex Visnova all’area ex Ratti. Allo stesso modo sono ingenti gli investimenti da effettuare per riqualificare questi luoghi e renderli usufruibili per tutta la comunità.

Se per l’area ex Visnova qualcosa si muove, con uno studio che potrebbe portare alla realizzazione di 500 parcheggi dietro la stazione, è al vaglio dell’amministrazione Pellicini una variante del PGT, che sarà approvato nei prossimi mesi, per una nuova proposta per l’ex area Ratti, al momento divisa tra più proprietari.

Così, dopo le scaramucce tra minoranza e maggioranza sull’aumento delle tasse, IRPEF e IMU, quello di domani sera, anche per questi motivi, si prospetta essere un consiglio comunale acceso, e a provare a gettare acqua sul fuoco è il sindaco di Luino Andrea Pellicini: “Non voglio alimentare le polemiche con i consiglieri di sinistra e con il consigliere Agostinelli. Auspico davvero un sereno confronto in commissione e in consiglio, nella certezza che le minoranze sapranno comprendere le enormi difficoltà in cui stiamo operando e con la piena disponibilità, da parte nostra, ad un sereno e costruttivo dibattito”.

Oltre a questo, però, quello di maggio sarà un mese “politico” molto intenso per il futuro di Luino. In primo luogo verrà inaugurato Palazzo Verbania, alla presenza del Governatore Attilio Fontana, mentre successivamente verrà approvato in assemblea cittadina la nuova proposta di variante del Piano di Governo del Territorio, che prevede trasformazioni fondamentali di aree dismesse. Tra queste, la principale, infatti, è quella riguardante la storica ex area Ratti, complesso industriale a lago che sorge su una superficie di circa 40.000 metri quadrati con una volumetria esistente di 280.000 metri cubi.

“Proporremo una variante che, nel rispetto dei dettami di Regione Lombardia, prevede zero consumo di suolo. L’obiettivo è rigenerare le aree dismesse – commenta il sindaco Andrea Pellicini -. Alla Ratti consentiremo una trasformazione che prevede una volumetria complessiva del 25% di quella attuale, al netto di quanto oggi occupato dalla cantieristica nautica, vocazione che va salvaguardata se non rafforzata”.

“Della nuova volumetria – continua ancora il primo cittadino -, il 50% sarà poi destinato ad attività turistiche e ricettive, in assonanza con la posizione strategica a lago. Puntiamo a realizzare un nuovo quartiere di Luino, in cui il vero protagonista sarà il lago con il suo paesaggio e le sue opportunità. Sono certo che questa trasformazione porterà in città ingenti investimenti privati e opere pubbliche ad essi collegati come, ad esempio, il ponte pedonale tra l’ex campo sportivo e il Boschetto di Germignaga. L’amministrazione comunale intende coniugare la trasformazione dell’area con il nuovo Lido, su cui sta lavorando il team dell’architetto Enrico Marforio, vincitore della gara di progettazione”. Al vaglio alcune ipotesi che comprendono anche la totale riqualifica dell’ex campo sportivo.

“Il consiglio comunale nel suo complesso – conclude il sindaco – sarà, quindi, chiamato a fare la storia della città per i prossimi decenni”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127