Luino | 18 Febbraio 2019

Luino, gli attivisti M5S ai leghisti: “Chiediamo risposte certe per il futuro dell’Ospedale”

I pentastellati luinesi: "Chiediamo di dettagliare il crono-programma definito dei lavori, dato che i cittadini sono stufi di attendere promesse mai realizzate"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Critiche, perplessità e domande da parte degli attivisti luinesi del Movimento 5 Stelle, dopo la visita all’Ospedale di Luino, negli scorsi giorni, del presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia, Emanuele Monti, e della direzione strategica dell’ASST dei Sette Laghi, composta dal direttore sanitario Lorenzo Maffioli, dal direttore socio-sanitario, Alessandro Mazzoleni e dal direttore amministrativo Ugo Palaoro, accolti dal vicesindaco di Luino Alessandro Casali e dal presidente del consiglio comunale Davide Cataldo.

“Vogliamo chiedere all’amministrazione di Luino – affermano gli attivisti del M5S Luino -, di comunicare ai cittadini le tempistiche dei provvedimenti e delle misure annunciate. Ancora una volta sono stati contestualizzati i deficit segnalati, oltre che da noi 5 stelle in una recente visita all’ospedale, anche dalle minoranze e dal comitato pro Ospedale. Siamo lieti che i vertici della sanità lombarda, in un bilancio di oltre 19 miliardi di euro, abbiano annunciato di voler porre rimedio ai tanti disagi”.

Per i grillini il fatto politico importante non sono state le visite istituzionali, ma che “Monti, presentando propositi di imminenti soluzioni, non fa che ammettere pubblicamente le difficoltà ed enormi carenze di personale dalla complessa risoluzione per il nostro presidio. Insomma, Monti ha dato ragione a chi veniva etichettato come allarmista dai leghisti luinesi”.

“Pensiamo – continuano i 5 Stelle – sia fondamentale evidenziare il cambiamento di stile ‘politico’ da Maroni a Fontana, dove il primo sminuiva le problematiche, mentre il secondo ammette e dà linee per intervenire. A questo punto ci resta da capire due cose: se i leghisti luinesi sono ancora in sintonia con i loro vertici regionali, visto che da sempre negano l’esistenza di problematiche usando il vecchio metodo del ‘va tutto bene’, e se, a differenza del metodo Maroni, Monti & c., daranno risposte in tempi certi”.

Quindi i pentastellati lacustri si rivolgono direttamente ai leghisti locali: “A voi che godete di una posizione privilegiata nei rapporti con il presidente della Commissione Sanità della Regione, Emanuele Monti, chiediamo di dettagliare il crono-programma definito dei lavori, dato che i cittadini sono stufi di attendere promesse mai realizzate. Entro quando inizierà e finirà il rifacimento del tetto dell’ospedale? Quando riprenderà l’attività del quinto piano? A che impiego verrà destinato? Entro quando sarà possibile avere l’apporto di personale medico? Che contratti verranno offerti ai candidati medici? I dubbi vengono, dato che siamo fermi alle dichiarazioni fatte a novembre”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127