Maccagno con Pino e Veddasca | 10 Febbraio 2019

Maccagno, Passera: “Il progetto con Gambarogno non c’entra nulla con il Diritto allo Studio”

Il primo cittadino replica alla minoranza duramente: "Delle volte è meglio tacere e dar l’impressione di aver capito, piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio"

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Scontro tra maggioranza e minoranza a Maccagno con Pino e Veddasca, con le parole del sindaco uscente Fabio Passera, dopo l’intervento della minoranza di ieri, che aveva l’obiettivo di prendere le difese di Marina Perozzi, la maestra delle elementari del paese che in una lettera che aveva criticato l’articolo pubblicato oltre dieci giorni da sul progetto “Il Lago: Unisce o Divide?“.

Così ad oltre dieci giorni svanisce l’obiettivo della dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Bernardino Luini”, Raffaela Menditto, che aveva provato a gettare acqua sul fuoco per placare gli animi. È di oggi, infatti, la dura replica del primo cittadino di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera. “Vedo con piacere che c’è ancora la minoranza, a Maccagno ne avevamo perso le tracce. Non entro nel discorso della dirigente scolastica, le cui parole sono state chiarissime: chi paventa o cerca ulteriori interpretazioni diverse ne risponderà personalmente”.

“Ancora una volta – continua Passera – abbiamo la prova che la minoranza vota favorevolmente provvedimenti di cui non conosce neanche i contenuti. Ci domandiamo dove i consiglieri di minoranza abbiano trovato il nome del progetto con Gambarogno nel Diritto allo Studio. Questa iniziativa è legata semplicemente ad un discorso politico nato dalle volontà dei due comuni”.

“Se poi qualcuno non era disponibile a far seguito a questo progetto – conclude il sindaco maccagnese -, semplicemente non doveva darne corso. Delle volte, però, penso sia meglio tacere e dar l’impressione di aver capito cosa si è votato, piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127