Luino | 29 Gennaio 2019

“Delusi dalle dimissioni di Paglia, così Comunità Montana perde la sua credibilità”

L'ex assessore Silvano Ronzani (amministrazione Magrini) e il sindaco di Laveno, Ercole Ielmini, criticano duramente la scelta di Francesco Paglia

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Non si placano ancora le polemiche innescatesi dopo la decisione di Francesco Paglia di dimettersi da sindaco di Duno, e quindi decadere automaticamente anche da presidente di Comunità Montana, per correre alle elezioni amministrative di Cuveglio come candidato sindaco.

Il clima elettorale cuvegliese sta coinvolgendo anche i paesi dell’ente secondo livello, a pochi mesi il caos causato dalle dimissioni di Giorgio Piccolo e della successiva elezione di Paglia come presidente. Oltre alle critiche arrivate dal sindaco di Castello Cabiaglio, Marco Galbiati, ieri si è aggiunta anche la posizione dei consiglieri comunali Nicolò Alagna, Sara Ginelli e Maurizio Molinari che si sono detti disponibili al confronto solo nel caso in cui il presidente dell’ente non si candidasse sindaco

Oggi a intervenire è l’ex assessore in Comunità Montana, durante il mandato di Marco Magrini, Silvano Ronzani: “Dopo tutto il lavoro di mediazione fatto negli scorsi mesi per arrivare all’elezione di Paglia a presidente di Comunità Montana una decisione di questo tipo mi ha deluso molto. L’ambizione e i giochi di potere dietro alle sue dimissioni, nascondono una volontà di gestire il territorio politicamente, senza ricordarsi che in questo modo perdiamo la credibilità dell’ente agli occhi dei cittadini. La Comunità Montana è essenziale per la nostra quotidianità, oltre il sevizio rifiuti e oltre il lavoro delle squadre antincendio, che abbiamo potuto notare durante il rogo in Valganna. Infine, un ultimo appunto: balza all’occhio l’idea di mungere ancora la Comunità Montana con i 36.500 euro stanziati in favore del comune di Duno per gli interventi di manutenzione straordinaria presso il campo sportivo polivalente. Non metto in dubbio che si tratti di opere essenziali, ma trovo strano soltanto avvengano a pochi giorni dalla notizia delle sue dimissioni. Non erano necessarie anche lo scorso anno?”.

Dello stesso avviso anche il sindaco di Laveno Mombello, Ercole Ielmini: “Pensavo Paglia forse una persona più avveduta. Premetto che ognuno è libero di fare quello che vuole, di dimettersi come sindaco di Duno e di candidarsi a Cuveglio, non comprendo proprio questa scelta. Così si mette di nuovo in discussione il futuro e la continuità della Comunità Montana, che con tanta fatica avevamo costruito sulla sua figura, riponendo grande credibilità nei suoi confronti. Avrà avuto le sue motivazioni, senza dubbio, ma questa è una scelta che mi stupisce molto. Sono perplesso per questa strategia politica che punta alla valle”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127