Luino | 9 Ottobre 2018

E’ Francesco Paglia il nuovo presidente di Comunità Montana Valli del Verbano: “Ora il bene del territorio”

Il sindaco di Duno è stato eletto all'unanimità dai ventisei amministratori presenti. Assenti Agra, Gavirate, Castelveccana, Dumenza, Castello Cabiaglio e Masciago

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Recuperiamo la nostra identità, fatta di valori civili e morali, liberiamoci dai pregiudizi e dalle incomprensioni, guardiamoci finalmente con simpatia, certi che ognuno ha dato e continuerà a dare il suo contributo per la migliore soluzione e per il bene comune“.

Sono queste le prime parole che il sindaco di Duno, Francesco Paglia, ha pronunciato rivolto ai colleghi da neo presidente di Comunità Montana Valli del Verbano, al termine della votazione con cui l’assemblea ha espresso il voto favorevole alla sua elezione dei ventisei comuni presenti questa sera presso la sede luinese di via Asmara a Luino. Ventisei e non trentadue, vista l’assenza dei rappresentanti per le amministrazioni di Agra, Gavirate, Castelveccana, Dumenza, Castello Cabiaglio e Masciago Primo. Paglia, visibilmente emozionato fin dai primi momenti della riunione che non ha riservato sorprese rispetto a quanto previsto, ha ricordato tra gli applausi la figura del padre, che per parecchi anni ha ricoperto il medesimo incarico, trasmettendogli tutta la passione necessaria per intraprendere lo stesso percorso, e ha poi sottolineato nuovamente quelle che ora sono le linee programmatiche ufficiali del lungo lavoro che interesserà l’ente già a partire dalla prossima settimana.

Analisi patrimoniale, valorizzazione dei dipendenti, rimodulazione del bando per la distribuzione del ristorno frontalieri, tutela dell’ISPE (Istituto Servizi alla Persona), potenziamento della rete con il territorio, sviluppo delle commissioni. Il tutto con un’attenzione particolare rivolta ai piccoli comuni e mediante un patto stretto fin da subito con i protagonisti di questo nuovo corso: sfruttare meglio e con più frequenza la convocazione della consulta, punto di partenza per l’aggiornamento delle priorità e delle tempistiche, autentico metodo di lavoro condiviso per dare realmente il giusto peso agli strumenti a disposizione.

Inevitabile poi, nonostante l’ottimismo e la soddisfazione per l’intesa ritrovata, con cui è stato arginato l’incubo del commissariamento, un richiamo agli errori commessi e alle recenti difficoltà e incomprensioni che hanno condotto al cambio di passo. Ad inizio seduta è stato infatti l’ex presidente, Giorgio Piccolo, a riassumere con una lettera le ragioni delle sue dimissioni, “legate alla percezione di un affievolimento nel supporto della giunta e alla conseguente mancanza di serenità per proseguire”, con l’auspicio che l’ente possa ora “tornare ad occuparsi dello sviluppo del territorio facendo leva sulle competenze di tutti, il bene più prezioso”. Ma le direttive del nuovo impegno derivano anche dalla consapevolezza dello scenario che sta attorno alla realtà locale, “con i fenomeni di deindustrializzazione – ha affermato Paglia -, e con la riduzione degli investimenti pubblici. Fattori che necessitano di una presenza più forte e più incisiva dei sindaci, di un confronto più ampio. Evitando che le logiche di appartenenza e i benefici individuali prendano il sopravvento”.

Anche per la ridefinizione della giunta esecutiva nessuna sorpresa, con il voto unanime che ha condotto all’approvazione degli assessori designati: la consigliera luinese Simona Ronchi (Fratelli d’Italia) e tre amministratori, l’assessore di Cittiglio Giuseppe Galliani (vicepresidente), il sindaco di Brenta Gian Pietro Ballardin e il vicesindaco di Brezzo di Bedero Roberto Sculati. Unanimità infine anche per la nomina del nuovo presidente dell’assemblea, il primo cittadino di Maccagno con Pino e Veddasca Fabio Passera, che ha sottoscritto lo spirito di collaborazione e unità promosso da Paglia “con la speranza di poter contribuire al mantenimento della serenità interna all’assemblea“.

Ristabilito l’equilibrio, è ora tempo di mettere nero su bianco il calendario delle prime attività operative, atteso già per i prossimi giorni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127