Casciago | 14 Dicembre 2018

Domenica un pranzo per “fare un pacco alla camorra”, insieme a Libera Varese

L’evento ospitato da Libera Varese sarà l’occasione per conoscere la NCO, un consorzio di cooperative sociali che lavora sui terreni confiscati alla camorra

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La sezione di Varese di Libera, l’associazione che dal 1995 si occupa della lotta alle forme di criminalità organizzata, ospita una tappa dell’iniziativa “Facciamo un pacco alla camorra”. L’appuntamento è per il pranzo di domenica 16 dicembre, alle ore 12.30, presso la parrocchia Santi Agostino e Monica, a Casciago. L’incontro è organizzato in collaborazione con la Comunità Pastorale Sant’Eusebio.

Sarà l’occasione per incontrare e conoscere la NCO, Nuova Cooperazione Organizzata, un consorzio di cooperative sociali che lavora sui terreni confiscati alla camorra e ha l’obiettivo di restituire diritti, dignità e opportunità alle persone e al territorio.

La NCO promuove forme di inclusione sociale attraverso un modello di welfare comunitario e sostiene la creazione di una filiera produttiva etica, che garantisce occasioni di lavoro dignitoso e percorsi terapeutici e riabilitativi per persone fragili e a rischio marginalizzazione: migranti, persone con disagi psichici, tossicodipendenti, ex detenuti.

La comunità si riappropria, così, dei terreni che un tempo erano in mano alla camorra e questi diventano il cuore di un cambiamento economico e sociale. Le imprese di agricoltura sociale promuovono un modello di alimentazione sana, biologica e legata alle eccellenze del territorio, e orientano l’economia in una logica di servizio all’intera comunità.

La scelta del nome NCO è emblematica. Questa sigla, infatti, fu l’acronimo di quella Nuova Camorra Organizzata che ha regnato sovrana sul territorio campano fra gli anni settanta e ottanta. Oggi NCO sta per “Nuova Cooperazione Organizzata”, ad indicare la scelta della comunità di riappropriarsi di tutto ciò che le era stato sottratto, a partire dalle parole.

Durante l’incontro del 16 dicembre, saranno i protagonisti di questa storia straordinaria a raccontare il loro percorso di riscatto.
Il pranzo ha un costo di 20 euro, e sarà a base dei prodotti che provengono dai terreni confiscati. È previsto anche un menù per i bambini fino ai 12 anni, con un costo di 10 euro. Nel corso dell’evento, sarà possibile acquistare il “pacco alla camorra”, che contiene il frutto del lavoro sui terreni confiscati.

Per tutte le informazioni è possibile visitare la pagina Facebook dell’evento.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127