EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 17 Ottobre 2017

Casali replica a Bertocchi: “La verità sul Referendum è un’altra. Non temete l’autonomia che verrà”

Il vicesindaco di Luino: "Nessuna sorpresa da queste dichiarazioni, dopotutto siamo già al quarto Governo sostenuto dal Pd senza passare dal voto degli italiani"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo la pubblicazione dell’intervista sul Referendum per l’autonomia della Lombardia, che chiamerà alle urne milioni di cittadini, fatta al consigliere provinciale Pd, Paolo Bertocchi, è voluto intervenire il vicesindaco di Luino ed esponente della Lega Nord sul territorio dell’Alto Varesotto, Alessandro Casali.

“Un Referendum popolare – spiega il vicesindaco Casali – è forse la più alta e nobile forma di esercizio della nostra Democrazia, l’art 1 della Costituzione sancisce che ‘la sovranità appartiene al popolo’: per questo motivo è tragico leggere un ‘democratico’ affermare che consultare i cittadini col Referendum è inutile e costoso. Purtroppo non siamo sorpresi da queste sconcertanti dichiarazioni, dopotutto siamo già al quarto Governo sostenuto dal Partito Democratico senza passare dal voto degli italiani. Vogliamo leggere queste gravi esternazioni come ‘figlie di una paura del giudizio popolare’, rimasta forse latente nel PD dopo la sonora batosta ricevuta al Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016 (costato ai cittadini ben 300 milioni di euro)”.

Riguardo i costi per il Referendum sull’Autonomia – continua – , la verità è un’altra rispetto a quanto Bertocchi cerca di far credere: questi soldi, in ogni caso molto ben spesi, si potevano benissimo risparmiare se solo il Governo targato PD avesse accettato la richiesta fatta più volte, congiuntamente da Lombardia e Veneto, di effettuare la consultazione in contemporanea col Referendum Costituzionale o con le Amministrative, richiesta di risparmio che il PD ha sempre negato, perché? Alla luce di dichiarazioni come quelle di Bertocchi, non vorremmo dover pensare ad una chiara strategia politica partita da lontano, già da quel diniego del Governo a risparmiare fondi con l’Election Day, forse quasi a prepararsi la linea d’attacco sui costi di questo Referendum consultivo?”.

“Plaudiamo ai sindaci e amministratori locali del PD – conclude Casali -, che hanno invece deciso di dissociarsi dalla linea di partito, schierandosi finalmente dalla parte dei cittadini lombardi e dichiarando che domenica voteranno convintamente Sì. A tutti gli altri diciamo di stare tranquilli, non devono temere la Democrazia, così come non devono temere l’autonomia che verrà!”.

Vuoi lasciare un commento? | 1

Una replica a “Casali replica a Bertocchi: “La verità sul Referendum è un’altra. Non temete l’autonomia che verrà””

  1. Diego Intraina ha detto:

    Peccato che il Federalismo era un cambiamento dello Stato, l’autonomia è una concessione dello Stato. Ma di cosa stiamo parlando? Il vero problema è che la Lega ha perso i locomotori, adesso sono rimasti solo i vagoni. L’inutilità non è un diritto!

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127