Luino | 21 Giugno 2017

Alcol e vetro, modificata l’ordinanza: cambiano gli orari, ristoranti esclusi. Ascom soddisfatta a metà

Anche le pizzerie abilitate. Il direttore Luca Gobbato: "Avremmo preferito che queste restrizioni riguardassero solo ed esclusivamente in serate di grande rilievo"

Dopo l’articolo pubblicato ieri e la nota inoltrata da Ascom Luino lunedì scorso, 19 giugno, con la quale il direttore Luca Maria Gobbato chiedeva la riduzione dell’orario del divieto indicato nella citata ordinanza e l’esclusione dall’obbligo di somministrazione in contenitori di plastica per le attività di ristorazione su suolo pubblico, il comune, tramite una nuova ordinanza, la n. 20 del 20 giugno, firmata dal vicesindaco Alessandro Casali, ha ascoltato, in parte, le richieste dell’associazione di categoria luinese.

In primis, rispetto all’ordinanza emessa il 15 giugno scorso, la nuova prevede alcune modifiche, tra cui il prolungamento dell’orario di inizio del divieto, dalle 19 alle 20.30, e l’esclusione dall’ordinanza dei ristoranti per il “consumo in bottiglie e/o bicchieri di vetro e latta e temporaneo divieto di vendita e per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande di ogni genere in bottiglie e/o bicchieri di vetro e latta”.  L’ordinanza rimarrà in vigore sul territorio comunale fino alle 7 di ogni mattina e terminerà il prossimo 7 agosto, mentre le sanzioni amministrative rimarranno identiche, da 100 a 500 euro, salvo i casi di reiterazione, che vedranno le multe raddoppiare.

I divieti della ordinanza: le modifiche. “E’ vietato il consumo, la vendita e la somministrazione per asporto di bevande di ogni genere in bottiglie, bicchieri di vetro e contenitori di latta da parte delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, autorizzate anche in forma temporanea, da parte delle attività artigianali autorizzate alla vendita di bevande ed in genere da parte di tutte le forme di commercio che consentono la somministrazione di bevande in vetro e/o latta anche dove dispensate attraverso distributori automatici (quali bar, ristoranti, esercizi titolari di licenze di P.S., titolari di autorizzazioni di vendita al minuto di generi alimentari con somministrazione, commercio ambulante, ecc)”. “È vietato portare con sé, consumare e/o abbandonare in luogo pubblico contenitori di qualsiasi genere: bottiglie di vetro, lattine o comunque contenitori realizzati con il medesimo materiale”. “Gli esercizi abilitati alla ristorazione (ristoranti, pizzerie, ecc.) possono somministrare bevande in contenitori di vetro o latta ai propri clienti, durante la consumazione dei pasti e delle bevande serviti ai tavoli, al banco e nelle aree in concessione, pur permanendo il divieto assoluto di vendita per asporto nei modi e nei termini indicati”. “I gestori di pubblici esercizi (bar, paninerie, kebab, ecc.), titolari di concessione di suolo pubblico, invece, non possono somministrare bevande in contenitori di vetro o latta ai propri clienti, durante la consumazione dei pasti e delle bevande serviti ai tavoli ubicati su suolo pubblico”. “E’ ugualmente vietato a chiunque introdurre, nell’area delle manifestazioni, bevande soggette ai divieti sopra esplicitati, sia per uso personale che con l’intento di distribuirle agli spettatori, anche se a titolo gratuito”.

Per i supermercati, inoltre, la vendita di alcolici sarà prevista fino alle 22, ma gli acquirenti dovranno necessariamente seguire i divieti dell’ordinanza pubblicata ieri dal comune di Luino.

“Siamo contenti del risultato ottenuto e siamo grati amministrazione comunale che ha ascoltato la nostra voce e quella degli iscritti – spiega il direttore Ascom Luino, il dottor Luca Maria Gobbato -. Sarebbe auspicabile, però, che il provvedimento venisse allargato anche ai bar che somministrano bevande su aree pubbliche. Sicuramente è comprensibile una simile restrizione da parte dell’amministrazione, ma avremmo preferito, di gran lunga, che queste restrizioni riguardassero solo ed esclusivamente serate di grande rilievo o in manifestazioni particolarmente partecipate, come nel caso dello spettacolo dei fuochi d’artificio o del concerto di Enrico Ruggeri”.

Cliccare qui per leggere la nuova ordinanza.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127