11 Aprile 2016

Il Luino-Maccagno vola a +9 dalle inseguitrici: Ancelliero firma il 2-1 contro il Casbeno, 5 gli espulsi

Tempo medio di lettura: 4 minuti

Nonostante le tre espulsioni, cinque in totale sommando anche quelle del Casbeno, e l’ultimo quarto d’ora giocato in otto, il Luino-Maccagno è riuscito a portare a casa i tre punti fondamentali in chiave promozione. Due i rigori sbagliati, uno da Ancelliero, autore di una doppietta, ed uno da Bosetti, ed è proprio l’arbitro Felloni il vero protagonista: insieme a Lucchini, Arioli e Cannucciari, espulso a fine gara anche il mister luinese De Berardinis. Vittoria fondamentale per i rossoblù che, grazie al pareggio 1-1 tra Insubria e Caravate, volano a più nove dalle inseguitrici per la lotta alla promozione in Prima Categoria.

(Foto © Serafino Civitillo)

(Foto © Serafino Civitillo)

Il Luino-Maccagno vola a +9 dalle inseguitrici: Ancelliero firma il 2-1 contro il Casbeno, 5 gli espulsi. Sulla carta il Luino-Maccagno, forte del secondo posto in classifica, si presentavano ieri al campo sportivo del Parco Margorabbia nettamente favorito contro Casbeno. Gli ospiti, dopo aver chiamato Simoni a guidare la squadra, erano chiamati all’impresa per guadagnare qualche punto prezioso in ottica salvezza. Il match è stato molto più complicato del previsto per i padroni di casa. I luinesi partono bene e tengono il controllo della palla mentre i varesini, schierati con un 5-4-1, lavorano sulle ripartenze passando ad un 3-4-3. In uno di questi contropiede è Vallone a farsi trovare impreparato su un traversone sul secondo palo in area luinese. Il terzino non arriva sulla palla, viene scavalcato e al decimo minuto è Cosso a portare in vantaggio i suoi mettendo il rete dopo il dribbling. I padroni di casa reagiscono, a tratti innervositi dal vantaggio ospite inaspettato: provano ad attaccare, ma non riescono quasi mai a concretizzare sotto porta. Al 25′, però, è il solito Ancelliero a trovare l’1-1: la palla gli arriva sui piedi da una rimessa laterale, il bomber luinese scavalca la difesa del Casbeno e si trova a tu per tu con Fusella. Il tiro finisce in rete e per gli ospiti è tutto da rifare. Il Luino continua ad avere in mano il pallino del gioco e intorno al 35esimo è sempre Ancelliero che si procura un rigore dopo essersi bevuto la difesa varesina: sulla linea di fondo viene atterrato in area. Il 9 luinese va sul dischetto ma il tiro è strozzato e Fusella para agevolmente. Così si va al riposo sull’1-1: da segnalare le numerose ammonizioni per i ragazzi di De Berardinis, tra cui Arioli e Lucchini.

Al ritorno sul campo di gioco è sempre il Luino a cercare la vittoria con insistenza. Pronti via ed il Luino-Maccagno già al 48′ riesce a portarsi sul 2-1 sempre grazie a bomber Ancelliero. L’attaccante luinese dopo un’incursione in area di rigore viene atterrato al limite. L’arbitro fischia la punizione ed è sempre Ancelliero a portarsi sulla palla. Il tiro è un missile che si insacca alle spalle di Fusella, che può solo raccogliere la palla dalla rete. Quando la partita sembrava in discesa per il Luino-Maccagno, però, è l’arbitro a salire in cattedra, sfoderando cartellini a raffica in venti minuti: prima è Lucchini ad essere espulso per doppia ammonizione. Il capitano luinese ferma un avversario nella metà campo del Casbeno, Felloni la considera chiara volontà di bloccare la ripartenza avversaria e lo caccia. Poi è Arioli a finire anzitempo sotto la doccia: per chiudere lo spazio ad un avversario, scivola prendendo palla e attaccante: anche qui per il fischietto di Varese è ammonizione e così il difensore luinese lascia i suoi in 9 contro 11. Intorno al 75′, poi, è Cannucciari ad essere espulso: l’arbitro non vede un fallo sull’ala destra luinese, lui reagisce scalciando l’avversario. Espulsione diretta al rientro per il 7 luinese, dopo aver scontato tre settimane di squalifica. Nonostante la partita spezzettata e le poche palle gol sia da una parte che dall’altra, è sempre il Luino a rendersi pericoloso anche in 8 contro 11 in contropiede. Tre le limpide palle gol capitate sui piedi dei luinesi: due ad Ancelliero che, due volte davanti al portiere da solo, manda fuori il possibile 3-1, ed una capitata a Diana che, vedendo il portiere del Casbeno fuori dai pali, lascia partire una bordata da 70m che finisce fuori a fil di palo. Il Casbeno attacca, ma fatica a rendersi pericoloso dalle parti di Vecchietti. Al 83′ è Secco, dopo un fallo da dietro e per doppia ammonizione, ad essere espulso. L’arbitro dà ben 6 minuti di recupero, portati poi ad 8′. Clima incandescente in campo con gli ospiti che cercano il pareggio. Al 95′, però, è ancora il Luino a portarsi in avanti ripartendo con Raiser che innesca Bosetti sulla destra. L’ala luinese entrata al posto di Hafid vede l’incursione di Covella in mezzo che viene atterrato dal portiere. Ultimo uomo ed espulsione anche per Fusella. Sul dischetto va Bosetti che manca clamorosamente il gol del 3-1, facendosi parare il rigore da un giocatore del Casbeno.

L’incredibile partita si chiude al 98′ ed il Luino-Maccagno riesce a portare a casa il match con grande difficoltà e qualche rammarico. Giovedì, infatti, nel recupero contro la Juventus Gemonio, mancheranno pedine fondamentali in difesa. Dopo il fischio finale, inoltre, è stato espulso anche mister De Berardinis che si era avvicinato a Felloni per chiedere spiegazioni. Infine, l1-1 tra Insubria e Caravate, dirette inseguitrici del Luino al secondo posto, favorisce proprio i lacustri che grazie al pareggio volano a +9 quando mancano solo quattro partite al termine. Mantiene il vantaggio a 5 punti la capolista, l’Union Tre Valli che ha vinto contro Cantello 3-1 in trasferta.

Luino-Maccagno: Vecchietti, Arioli, Romano, Vallone, Vigezzi, Lucchini, Cannucciari, De Marzo (87′ Covella), Ancelliero (93′ Raiser), Diana, Hafid (66′ Bosetti). A disposizione: Civitillo, Covella, Karem, Bosetti, Piazza, Raiser. All. De Berardinis.

Casbeno Varese: Fusella, Speltra F. (94′ Pratò), Mondo, Speltra G., Secco, Tamborini, Guadagno (67′ Avanzi), Scaglia, Cosso, Pasolini, Federico. All. Simoni.

La 27esima giornata del Girone Z di Seconda Categoria Varese. Cadrezzatese – Don Bosco 0-2, Calcinatese – Biandronno 2-0, Cantello Calcio – Union Tre Valli 1-3, Ceresium Bisustum – Castronno Calcio 2-0, Insubria Calcio – Caravate 1-1, Juventus Gemonio – San Luigi Albizzate 0-0, Luino Maccagno – Casbeno Varese 2-1, Ternatese – Buguggiate 1-2.

La classifica dopo la 26esima giornata. Union Tre Valli 61 punti, Luino-Maccagno 56, Insubria Calcio 47, Caravate e Buguggiate 46, San Luigi Albizzate 36, Ceresium Bisustum 33, Juventus Gemonio F.C. e Don Bosco 32, Ternatese Calcio 31, Biandronno 30, Castronno Calcio e Calcinatese 27,Cadrezzatese 23, Casbeno Varese 22, Cantello 16.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127