15 Dicembre 2014

Luino, sulla pista ciclabile interviene il segretario Pd Bragnuolo: “Chi pagherà i debiti del Comune alla Comunità Montana?”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A fronte dell’articolo che abbiamo pubblicato ieri sulla realizzazione del progetto che prevede la conclusione dei lavori a febbraio, inerenti all’ultimo tratto di pista ciclabile, Stefano Bragnuolo, segretario del Partito Democratico del circolo di Luino, ha sollevato alcune problematiche relative ai fondi che verranno impiegati da parte del Comune di Luino in quest’opera. All’amministrazione Pellicini viene contestato un debito pregresso di 136 mila euro verso la Comunità montana Valli del Verbano, che si andranno ad aggiungere ai 364 mila previsti per la realizzazione dell’ultimo tratto di pista ciclo-pedonabile. “Non sarebbe stato meglio intervenire in opere più utili e più al servizio dei cittadini e della comunità?”

Stefano Bragnuolo, segretario del Circolo del Partito Democratico di Luino

Stefano Bragnuolo, segretario del Circolo del Partito Democratico di Luino

Il nuovo tratto di pista ciclabile che collega la Valcuvia al Lago Maggiore. Il segretario del circolo del Partito Democratico di Luino, Stefano Bragnuolo, critica la decisione dell’amministrazione Pellicini, non per l’opera in sé, ma per il fatto che, secondo Bragnuolo, non sia stato indicato effettivamente chi pagherà questo progetto ed in che termini. “L’inaugurazione dell’ultimo tratto della pista ciclabile – spiega Stefano Bragnuolo – è l’ennesimo taglio di nastro da campagna elettorale del sindaco Pellicini, che si permette di vantarsi di realizzare un’opera senza dire però chi la pagherà. Mi permetto di osservare come ad una nostra precisa interrogazione, fatta nel mese di settembre in Consiglio Comunale e con successiva risposta scritta datata il 23 ottobre, relativa ai debiti di questa Amministrazione nei confronti della Comunità Montana, si evince che persiste un debito pregresso di 136 mila euro oltre a 364 mila euro dovuti per la pista ciclo-pedonabile.”

Per Bragnuolo “sarà pure un’opera utile, ma perchè non intervenire in opere più a servizio dei cittadini?” Bragnuolo porta all’attenzione i debiti che il Comune di Luino ha contratto con la Comunità Montata Valli del Verbano. “Risulta anche che il sindaco – continua Bragnuolo -, a suo tempo, si era impegnato con la Comunità Montana a restituire questi soldi, ma che questi, come altri e più corposi debiti, non sono stati rimborsati. Sarà pure un’opera utile per un ipotetico sviluppo turistico, ma poiché verrà rimborsata con i soldi dei contribuenti negli anni futuri, con un importo di questa entità, vale a dire quasi mezzo milione di euro, non sarebbe stato meglio intervenire in opere più utili e più a servizio dei cittadini e della comunità? Forse, però, dopo 4 anni di torpore e sonnolenza, ed in scadenza di mandato, meglio andare a tagliare qualche nastro e pubblicare qualche foto in più, tanto pagheranno negli anni successivi gli altri.”

Per approfondire: Luino, a febbraio prevista l’inaugurazione del nuovo tratto di pista ciclabile. Il sindaco Pellicini: “Un’opportunità per il turismo”

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127