28 Gennaio 2017

Luino, Casali e Cataldo: “Trazione leghista sì, ma è una questione di contenuti, non di numeri”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo il nostro articolo sulla politica luinese e la lettera del capogruppo di “Nuova Frontiera”, Simona Ronchi, arrivano anche le prese di posizione da parte del vicesindaco Alessandro Casali e del presidente del consiglio comunale Davide Cataldo. Secondo i due leghisti il fatto che l’attuale amministrazione Pellicini sia a trazione leghista non è riscontrabile sui numeri, ma nei contenuti. “Significa stimolare continuamente, proporre e apprezzare il lavoro svolto ma anche criticare e discutere quando serve, trovare inoltre soluzione ai problemi o portare a casa risultati”. Ecco il testo della missiva inviata in redazione.

casali cataldo

“Gentile Direttore,
abbiamo seguito con interesse e anche un pochino divertiti gli ultimi due articoli dello Stivale. Diciamo che la fantapolitica non ci appassiona molto, ma è un esercizio che ogni tanto, nei momenti di pausa come questo, si può anche fare.

Innanzitutto ci permettiamo di ricordare che senza la volontà popolare qualsiasi incarico regionale o nazionale resta confinato alle legittime aspirazioni personali e nulla di più, anche le passate elezioni amministrative infatti hanno confermato che i tanti ‘galli nel pollaio’ poi alla fine senza consenso popolare non sono andati da nessuna parte. Mai dire mai, tutto può succedere, ma i nostri concittadini ci hanno affidato l’incarico di guidare il comune per i prossimi anni quindi questa è la sola cosa che oggi ci interessa fare e su cui siamo molto concentrati.

In merito alla trazione leghista della maggioranza siamo convinti che questo sia vero, ma la nostra idea di ‘trazione’ è diversa da quella che ci si aspetta leggendo il tuo primo articolo. Trainare un gruppo di maggioranza non è questione solo di numeri ma di contenuti. Amministrativamente parlando per noi significa stimolare continuamente, proporre e apprezzare il lavoro svolto ma anche criticare e discutere quando serve, trovare inoltre soluzione ai problemi o portare a casa risultati come Palazzo Verbania anche grazie ai rapporti instaurati con i livelli più alti di gestione della cosa pubblica.

Politicamente invece il traino può essere inteso come fermezza e coerenza. Fermezza nel non mollare mai sulle questioni di principio che ci fanno essere Lega Nord e che tutti conoscono ancora prima di allearsi con noi e che quindi evidentemente condividono. La coerenza è quella che abbiamo per esempio dimostrato appoggiando subito, da soli e per primi, il secondo mandato Pellicini assumendoci il rischio senza aspettare di ‘vedere come si sarebbe messa’ come invece hanno fatto molti altri prima di presentare le liste. Il sindaco sa bene che la Lega di Luino è e resterà fedele anche se ha i numeri in Consiglio, tanto è vero che chi in passato ha cercato ribaltoni è uscito lui dal movimento che invece non si è mosso di un millimetro dalla linea iniziata.

Vedi Direttore questo è molto in breve quello che intendiamo per traino e lo abbiamo sempre fatto, su questo ha ragione la collega Ronchi quando afferma che tra il primo e secondo Pellicini nulla è cambiato.

Cordialmente,
il presidente del Consiglio Comunale Davide Cataldo e il vicesindaco Alessandro Casali”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127