Canton Ticino | 7 Ottobre 2021

Cooperazione italosvizzera nella lotta alla migrazione illegale: c’è anche la Polizia di Frontiera di Luino

Concluso, in Svizzera, il secondo ciclo di formazione per il personale delle pattuglie miste che opereranno appositamente nell’area transfrontaliera

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

I settori della Polizia di Frontiera di Como e Luino e l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) comunicano che, nell’ambito della cooperazione per la lotta alla migrazione illegale nell’area transfrontaliera, è stata effettuato, nelle giornate del 4 e 5 ottobre 2021, sia nel territorio italiano sia in quello elvetico, il 2^ ciclo di formazione congiunta per il personale delle pattuglie miste italo-svizzere.

Nella prima giornata presso la Sala Multimediale del valico di Ponte Chiasso sono state tenute lezioni di elementi di Codice e Penale e di Procedura Penale di entrambi gli Stati e illustrate le rispettive organizzazioni a carattere centrale, precedute dai discorsi introduttivi sul bilancio delle attività conseguite dal marzo 2019, del Direttore della II Zona di Polizia di Frontiera per la Lombardia e dal Capo livello regionale Dogana Sud dell’Amministrazione Federale delle Dogane (AFD). Sono altresì intervenuti il Signor Prefetto e il Sig. Questore di Como, che hanno a loro volta espresso il proprio plauso all’evento.

Nella seconda giornata, che si è svolta presso la Caserma Militare del Monte Ceneri (Svizzera) sono stati approfonditi tutti gli aspetti pratici e operativi con simulazioni di situazioni operative che vedranno coinvolti gli operatori di polizia.

Al termine della formazione comune agli agenti italiani e svizzeri, sono stati consegnati gli attestati di partecipazione che abilitano ad effettuare questa particolare tipologia di servizio, prevista dagli accordi italo-svizzeri sulla cooperazione di polizia e dogana entrati in vigore il 1° novembre 2016.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127