EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 7 Settembre 2021

Coldiretti, successo per la tappa varesotta del tour regionale “Domenica rosa in cascina”

Tante le imprenditrici lombarde alla scoperta dei prodotti enogastronomici tipici del territorio prealpino, dove l’agricoltura è uno dei settori prediletti dalle donne

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Da tutta la Lombardia sono accorse in tante anche in provincia di Varese per l’appuntamento che, domenica 5 settembre, ha visto protagoniste le imprenditrici agricole per “Domenica rosa in cascina”, l’iniziativa firmata da Coldiretti Donne Impresa: una giornata che le imprenditrici lombarde hanno vissuto sul territorio prealpino riscoprendolo e assaggiandolo a 360°.

La giornata è iniziata con la visita all’eremo di Santa Caterina del Sasso di Leggiuno, cui è seguita l’illustrazione dei prodotti agroalimentari a filiera corta made in Varese: dal Miele Varesino DOP alla Formaggella del Luinese, altra Denominazione di Origine Protetta del territorio, passando per gli asparagi di Cantello Igp, il salame, i formaggi vaccini e caprini, i prodotti dell’alveare, e poi ancora le pesche di Monate, i prodotti del bosco e dell’alveare e i fiori.

“È stata una preziosa occasione per scoprire la grande eterogeneità del paniere produttivo prealpino”, rimarca il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori “che peraltro ha un grande e nobile passato anche nella storia dell’alta gastronomia, si pensi ad esempio a Bartolomeo Scappi, tra i massimi autori della cucina rinascimentale, che era nativo di Dumenza e a cui si deve la primordiale ricetta antesignana del risotto alla milanese”. C’è stato tempo anche per scoprire l’agrigelato prodotto dall’agriturismo Il Vecchio Castagno e per visitare i vigneti di Cascina Piano, sempre ad Angera, realtà che produce i vini Igt Ronchi Varesini.

Nella top ten dei settori più rosa, anche nel Varesotto c’è l’agricoltura. La campagna è il luogo dove più si esprime la vocazione imprenditoriale femminile all’accoglienza, al benessere e ai servizi sociali.

Altra caratteristica – aggiunge Coldiretti Varese – è la transizione “verde” guidata più dall’etica che dalla competitività: “Le aziende agricole sviluppano tutte le potenzialità creative espresse da generazioni di donne. Dall’agriturismo alle fattorie didattiche fino a quelle sociali sono questi gli ambiti dove ospitalità, ristorazione, attenzione alla persona, salute e qualità della vita vengono espressi totalmente, e ciò si tocca con mano anche in provincia di Varese. Le imprenditrici agricole manifestano la propensione e la cura per gli animali, spesso in regimi ecosostenibili puntando a modelli di sviluppo innovativi che sposano anche la tradizione”.

E attraverso Donne Impresa, tutte le imprenditrici in agricoltura – o aspiranti tali – possono ottenere diverse informazioni su come fare impresa, realizzare i propri progetti, partecipare ad eventi formativi sempre aggiornati e conoscere come aprire strutture socialmente utili come ad esempio, le fattorie sociali, gli agriasilo e le fattorie didattiche.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127