Luino | 21 Agosto 2021

Luino, “Niente palazzetto all’area Visnova”

La giunta Bianchi boccia il progetto avviato dall'ex sindaco Pellicini ed è subito polemica con la minoranza. Casali: "Accantonata una richiesta partita dalla comunità"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Non ci sarà un palazzetto dello sport all’intero dell’area ex Visnova di Luino.

Il progetto avviato dalla passata amministrazione, guidata dal sindaco Andrea Pellicini, è stato in parte modificato dalla giunta Bianchi che con una recente delibera ha espresso un parere negativo rispetto alla possibilità di collocare la struttura all’interno dell’area situata alle porte della città, al confine con la frazione di Voldomino e a pochi passi dall’ospedale.

Una scelta motivata da due aspetti, la previsione di un traffico considerevole – generato dalle auto in uscita da Luino una volta che verrà costruito il sottopasso carrabile di via Cairoli, e dai clienti degli spazi commerciali che sorgeranno proprio all’interno della zona attualmente dismessa – e l’elevata percentuale di pendenza riscontrata a seguito di ulteriori approfondimenti sulle caratteristiche dell’area. Elemento, quest’ultimo, considerato proibitivo per ragioni di sicurezza e per il fatto che, come detto, l’impianto congestionerebbe in modo ancor più consistente il traffico attorno ad uno spazio originariamente concepito per una superficie di circa 1600 metri quadrati.

Il tutto senza dimenticare la presenza dei pedoni e, nello specifico, di tutte le persone che frequenteranno l’area verde che verrà realizzata all’interno dell’ex Visnova, zona a cui l’amministrazione Bianchi intende assegnare delle priorità di carattere paesaggistico che mal si conciliano con la prospettiva di avere ancora più traffico rispetto a quello previsto per i due spazi commerciali – indipendenti e rispettivamente di tremila e quattromila metri quadrati – che troveranno posto nell’area.

La notizia della bocciatura ha provocato l’immediata reazione del gruppo consiliare di minoranza “#luinesi”, ancora prima del dibattito sul tema in programma per la prossima assemblea cittadina di metà settembre. “Di fatto si rinuncia a realizzare un’opera totalmente a carico del privato – si legge in una nota firmata dal consigliere leghista Alessandro Casali – importante per tante società sportive, anche in considerazione della carenza di strutture. Per l’area, inoltre, erano previsti circa 600 posti auto gratuiti che avrebbero soddisfatto la domanda di una maggiore disponibilità di parcheggi che i cittadini rilanciano da tempo”.

L’amministrazione sembra intenzionata a preservare spiegazioni e dettagli per la discussione che avrà luogo in commissione e poi in consiglio comunale. Nelle sedi istituzionali destinate al confronto arriveranno anche le risposte circa il necessario potenziamento delle strutture sportive offerte dalla città. Potenziamento che – data la rinuncia all’idea del palazzetto presso l’ex Visnova – riguarderà auspicabilmente i centri già esistenti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127